Liliana Segre minacciata dai No Vax: «Ma ora li denuncio»

Redazione
09/11/2022

La senatrice a vita ha ricevuto minacce anche per la sua posizione a favore dei vaccini contro il Covid. Ma stavolta ha cambiato idea e sceglie di non ignorarli.

Liliana Segre minacciata dai No Vax: «Ma ora li denuncio»

Liliana Segre adesso riceve minacce anche dai No Vax. Lo ha raccontato lei stessa durante un convegno a Palazzo Marino, a Milano, dove si tiene il primo Forum Nazionale delle Donne Ebree d’Italia, organizzato dall’Adei-Wizo. La senatrice a vita ha raccontato che ormai da tempo riceve minacce da chi è contro il vaccino, proprio perché lei è sempre stata pro. «Sono la più anziana d’Europa con la scorta perché ogni giorno ricevo minacce, adesso anche dai No Vax, perché sono sì Vax: ma ho deciso per la prima volta in vita mia di denunciare questa persona che mi minaccia», ha dichiarato.

Liliana Segre minacciata dai No Vax: «Ma ora li denuncio». La senatrice a vita racconta la vicenda durante un convegno
Liliana Segre riceve i fiori da Ignazio La Russa in Senato (Getty)

Segre: «Ho cambiato idea e ora denuncio»

Liliana Segre ha parlato a lungo, ricevendo molti applausi. Ha raccontato di quando è stata cacciata dalla scuola pubblica e del periodo trascorso ad Auschwitz, prima della fuga. Poi si è arrivati ai No Vax. Solitamente non avvezza a rispondere alle provocazioni, stavolta la senatrice a vita ha cambiato prospettiva: «Per lungo tempo ho fatto la scelta del silenzio di fronte a questi odiatori che mi insultano e mi minacciano, ma adesso ho cambiato idea: chi si firma, io lo denuncio. Basta, lo faccio anche per il cattivo gusto che dimostrano: mi augurano la morte, io ho 92 anni, aspettino un attimo».

Il numero di ebrei in Italia: «Un ministro non lo sa»

La senatrice a vita è stata protagonista del discorso inaugurale al Senato. Ha parlato anche di questo e ha raccontato un episodio che l’ha vista protagonista insieme a un ministro del nuovo governo. «Ne ho conosciuto uno», ha spiegato senza rivelarne il nome, «e gli ho chiesto se sapeva quanti sono gli ebrei in Italia e lui mi ha detto “un milione” e io gli ho risposto che sono molto meno, e lui allora ha provato a dire che sono 700mila, ma ancora gli ho dovuto suggerire che sono molto meno. Questo per dire che davvero c’è poca consapevolezza di quanti siamo rispetto a tutto quel che ci attribuiscono».

Liliana Segre minacciata dai No Vax: «Ma ora li denuncio». La senatrice a vita racconta la vicenda durante un convegno
Liliana Segre (Getty)