Ligabue bloccato in hotel a Parigi per il Covid: «Non mi passa più»

Claudio Vittozzi
04/11/2022

Luciano Ligabue a causa del Covid ha dovuto riprogrammare il suo tour e i fan dovranno attendere ancora prima di vederlo sul palco

Ligabue bloccato in hotel a Parigi per il Covid: «Non mi passa più»

Luciano Ligabue sta affrontando l’incubo Covid. Il rocker è ancora bloccato nel suo hotel a Parigi ed è stato costretto a riprogrammare il suo tour, annullando gli ultimi concerti in giro per l’Europa, tra Parigi e Londra.

Luciano Ligabue è bloccato in una stanza del suo hotel a Parigi con il Covid e per lui questo sembra un incubo interminabile.
Luciano Ligabue (Getty Images)

Le condizioni di Ligabue nell’hotel di Parigi

Il rocker Luciano Ligabue ha dovuto annullare le ultime due date del suo tour europeo a causa del Covid: «Non mi passa più», dice il Liga mostrando in un video, condiviso sui social, i particolari della stanza in cui è «prigioniero». «Questo è il posto dove sto trascorrendo questi lunghissimi giorni. Oggi siamo al quinto…». Poi Ligabue ha mostrato a tutti la sua «camera/prigione» e i fan si sono incuriositi per le maschere di Batman e Dart Fener sulle due lampade accanto al letto: «Non mi chiedete perché, non lo so le ho trovate così».

I fan hanno notato anche il comodino pieno di medicinali di Ligabue: «Brufen d’ordinanza come da consiglio medico, vitamina C, spray nasale». Il musicista ha specificato anche che la chitarra in stanza non è la sua: «Non è la mia chitarra ma lo è diventata. Arriva da un’intuizione di Maioli, che l’ha vista girando per un mercatino a Parigi e l’ha comprata pensando che mi potesse tenere compagnia e sperando che potessi magari anche scrivere un pezzo. E in effetti qualcosa ho scritto». Infine l’artista ha voluto rassicurare i suoi fan: «Per il resto sto bene, sto aspettando di negativizzarmi e poter tornare nel nostro Bel Paese».

L’annullamento del tour del cantante

Un paio di giorni fa Ligabue aveva postato un altro video in cui annunciava di essere positivo al Covid: «Purtroppo saltano quindi i concerti di stasera al Bataclan e domani a Londra…». Inoltre il cantante aveva aggiunto: «Vi potete immaginare il giramento di balle dopo i due bellissimi vissuti a Barcellona e a Bruxelles, però è andata così. Mi dispiace tantissimo per il disagio creato, vi abbraccio comunque. Ciao».

Successivamente il cantante ha dichiarato che i concerti sono rimandati a data da destinarsi e i fan che hanno acquistato il biglietto riceveranno presto nuove informazioni.