Lega, tre consiglieri regionali lombardi lasciano il gruppo Salvini premier

Redazione
09/12/2022

Terremoto in Lombardia. Tre consiglieri regionali del Carroccio Roberto Mura, Federico Lena e Antonello Formenti lasciano il gruppo Salvini premier. Si allarga la 'fronda' padana del neonato Comitato Nord di Umberto Bossi. Partite le espulsioni.

Lega, tre consiglieri regionali lombardi lasciano il gruppo Salvini premier

A pochi mesi dalle Regionali in Lombardia, si registra un nuovo terremoto nella Lega. Tre consiglieri regionali del Carroccio – Roberto Mura, Federico Lena e Antonello Formenti – hanno annunciato l’addio al gruppo Lega Salvini premier per costituire un nuovo gruppo regionale. Una scissione in piena regola che piomba tra le polemiche seguite ai congressi locali e alla nascita del Comitato Nord, corrente fondata da Umberto Bossi con l’intenzione di rispolverare i vecchi valori del Carroccio. «Visto i malesseri interni», si spiega in una nota, «la non predisposizione all’ascolto delle innumerevoli criticità territoriali e l’abbandono totale delle tematiche autonomiste nordiste» i tre consiglieri regionali del Carroccio «hanno deciso di lasciare il gruppo Lega Salvini Premier e costituire un nuovo gruppo regionale». Il nuovo gruppo, presieduto da Mura, si chiama proprio Comitato Nord e nel suo simbolo ha i colori tradizionali del Carroccio: il verde, il giallo e il blu. Bisognerà ora vedere se i tre alle urne sosterranno ugualmente il governatore Attilio Fontana anche se sorprese non ce ne dovrebbero essere visto che la corrente bossiana si è già espressa per appoggiare la sua ricandidatura.

L’espulsione dei tre dissidenti

Dura, e non poteva essere altrimenti, la risposta dei vertici lombardi della Lega che ha espulso i tre “dissidenti” «Preso atto della decisione dei consiglieri regionali lombardi di tradire il mandato ricevuto da migliaia di elettori e militanti leghisti e abbandonare il gruppo regionale della Lega», è stata la decisione del partito annunciata dal coordinatore regionale Fabrizio Cecchetti, «si è riunito il Comitato di disciplina e garanzia che ha espulso i tre consiglieri».

Salvini si è detto disponibile a incontrare Bossi

L’addio dei tre consiglieri regionali deve aver colto di sorpresa Salvini, visto che solo 24 ore fa commentando le voci di una presunta scissione al Pirellone aveva tagliato corto con i cronisti: «Queste sono fantasie vostre che preoccupano voi». «Non c’è nessun problema, queste non sono priorità né del segretario della Lega né del Pianeta Terra», aveva aggiunto il ministro delle Infrastrutture. «C’è una Lega in crescita, ma non parlo di fantasie giornalistiche». Il segretario della  si era detto disponibile a incontrare il Senatùr assicurando che non ci sarebbero state espulsioni.