La società della neve, ecco gli altri film che hanno raccontato il disastro aereo delle Ande del 1972

Camilla Valerio
10/01/2024

Il più famoso è Alive - Sopravvissuti del 1993 in cui ha recitato anche l'attore Ethan Hawke. Alla sua realizzazione ha contribuito Fernando Parrado, uno dei superstiti dello schianto.

La società della neve, ecco gli altri film che hanno raccontato il disastro aereo delle Ande del 1972

La società della neve uscito a gennaio 2024 su Netflix è il terzo film che racconta il terribile disastro aereo avvenuto nel 1972 sulle Ande e che ha coinvolto una squadra di rugby uruguaiana. Ecco quali sono i due film precedenti usciti rispettivamente nel 1976 e nel 1993.

I film che raccontano il disastro delle Ande oltre a La società della neve

Il primo è una produzione messicana diretta da René Cardona e recitata in lingua spagnola dal titolo I sopravvissuti delle Ande. In Italia ha avuto una buona accoglienza rientrando tra i 100 film col maggior incasso nella stagione 1976/1977 nonostante il cast fosse formato quasi interamente da attori sconosciuti al pubblico italiano – con l’eccezione di Hugo Stiglitz, già visto ne Le avventure di Robinson Crusoe. Il film è un adattamento di due libri sul tema: Sopravvivere!di Clay BlairTabù – La vera storia dei sopravvissuti delle Ande di Piers Paul Readl. È stato fortemente criticato per aver indugiato esageratamente sul tema del cannibalismo.

Alive – Sopravvissuti (1993) di Frank Marshall

La seconda pellicola sul tema del disastro delle Ande è una produzione americana diretta da Frank Marshall e uscita nel 1993. Uno degli eroi del gruppo, Fernando Parrado – colui che insieme a Roberto Canessa attraversò le Ande e riuscì a chiamare i soccorsi – è interpretato dal famoso attore Ethan Hawke, candidato ben quattro volte al premio Oscar (nel 2002 come miglior attore non protagonista per Training Day, nel 2005 per la migliore sceneggiatura non originale per Before Sunset – Prima del tramonto, nel 2014 nella medesima categoria per Before Midnight e nel 2015 come miglior attore non protagonista per Boyhood). Lo stesso Parrado ha contribuito alla ricostruzione cinematografica della tragedia lavorando insieme al regista per renderla il più aderente possibile alla realtà.