La Bella e la Bestia, stasera su Italia 1: tutti i remake cinematografici della fiaba

Redazione
23/10/2021

Dal primo adattamento, un film muto italiano, al più recente live action con Emma Watson. Tutti i remake de La Bella e la Bestia, in onda stasera 23 ottobre 2021 su Italia1, con Vincent Cassel e Léa Seydoux.

La Bella e la Bestia, stasera su Italia 1: tutti i remake cinematografici della fiaba

Vincent Cassel e Léa Seydoux sono i protagonisti di La Bella e la Bestia, in onda stasera, sabato 23 ottobre 2021, alle 21.20 su Italia Uno. Diretto da Christophe Gans e uscito nelle sale cinematografiche nel 2014, si tratta di uno dei numerosi adattamenti cinematografici dell’omonima fiaba europea e si ispira alla prima versione del racconto, quella curata da Madame Gabrielle Suzanne Barbot de Villeneuve.

La Bella e la Bestia: le cose da sapere sul film in onda stasera su Italia Uno alle 21.20

La Bella e la Bestia: la trama

Perse tutte le ricchezze in mare, un ex mercante benestante decide di trasferirsi, assieme ai suoi figli, in campagna. Per quanto affrettata, infatti, gli sembra l’unica soluzione utile per nascondere la sua disavventura ed evitare i pettegolezzi della gente. Un giorno, però, la fortuna sembra ritornare a sorridergli e, sull’onda dell’entusiasmo, decide di esaudire i desideri delle sue tre figlie: le prime due vogliono abiti, profumi e scarpe, la minore, invece, la candida Belle, chiede semplicemente una rosa. Nel tentativo di accontentarla, tuttavia, l’uomo cade nel tranello di una tenebrosa Bestia che gli chiede la vita in cambio del fiore. Sentendosi in colpa, la ragazza si sacrifica al posto del padre ma, invece di ucciderla, la Bestia decide di tenerla prigioniera nel suo regno magico. Decisa a indagare sul passato del suo carceriere, Belle inizia a esplorare la prigione. E, dopo tante ricerche, scopre un segreto oscuro nella storia della misteriosa creatura che la tiene sotto scacco. Capisce di essere l’unica a poterlo salvare dal sortilegio, la sola persona a potergli restituire la gioia della libertà e dell’amore.

La Bella e la Bestia: il cast

Accanto a Vincent Cassel e Léa Seydoux nei panni della Bestia e di Belle, nel cast figurano anche André Dussolier nel ruolo del mercante, Eduardo Noriega in quello di Perducas, Yvonne Catterfeld in quello della Principessa, Myriam Charleins nella parte di Astrid, Sara Giraudeau in quella di Clotilde, Audrey Lamy in quella di Anne, Jonathan Demurger in quella di Jean Baptiste. Infine, Nicolas Gob e Louka Meliava hanno prestato volto e voce, rispettivamente, a Maxime e Tristan.

La Bella e la Bestia: tutte le trasposizioni della fiaba

La Bella e la Bestia: dalle pagine del libro al grande schermo

La celebre fiaba europea, diffusa in numerose varianti letterarie, è stata oggetto di altrettanto variegate trasposizioni cinematografiche. La prima risale al 1920: si tratta di un film muto realizzato nel 1919 dall’impresa di produzione italiana Tespi Film. Tratto da un racconto di Paris Allen ispirato all’originale e diretto da Umberto Fracchia, vide come attori di punta Lina Millefleurs e Paolo Pezzullo. Ben 25 anni dopo, nel 1945, il francese Jean Cocteau propose la sua versione, La belle et la bête, con Jean Marais e Josette Day. Si tratta di un adattamento originale perché caratterizzato da una trama secondaria: Avenant, pretendente di Belle, vuole uccidere la Bestia e rubare tutte le sue ricchezze e chiederà aiuto alle sorelle della fanciulla, che faranno di tutto per ritardare il suo ritorno al castello. Il piano andrà in frantumi: avvicinatosi alla fonte del potere della creatura, sarà colpito da una freccia di fuoco che lo trasformerà, invertendo il sortilegio. Il primo remake animato, invece, è datato 1952: creato con la tecnica del rotoscopio nell’allora Unione Sovietica, è basato sulla riscrittura di Sergei Aksakov, Il fiore scarlatto, una storia ambientata nel Medioevo slavo, coi personaggi che parlano l’antica lingua russa. Il progetto di Joyce Taylor e Mark Damon che, invece, vide la luce nel 1962, sembra quasi toccare il genere fantasy, con la Bestia che non è nient’altro che un principe che, di notte, si trasforma in licantropo. Prima del noto rifacimento Disney del 1991, diretto da Kirk Wise e Gary Trousdale, che vinse l’Oscar per la migliore canzone originale, per la migliore colonna sonora e il primato di primo cartone animato ad aver ricevuto la nomination per la statuetta d’oro, c’è stato, nel 1987, un adattamento musicale diretto da Eugene Marner, con John Savage e Rebecca De Mornay. La trama si avvicina alla fiaba nella versione di Beaumont. Al contrario, invece, di quella disneyana, ben lontana dalla traccia originaria e, nonostante tutto, entrata di diritto nei grandi classici del cinema. Sulla scia del successo di quest’ultimo film, nel 1992 uscì una seconda versione animata, con effetti di gran lunga meno efficaci. Elemento che ne pregiudicò la riuscita. Tra 2014 e 2017, infine, sono usciti i prodotti più recenti: quello di Christophe Gans e il  live action con Emma Watson e Dan Stevens.

La Bella e la Bestia: tra televisione e teatro

La storia, che molti ritengono tragga origine da uno dei racconti de L’Asino d’oro di Apuleio, è stata adoperata e apprezzata anche dal teatro e dalla televisione. Tra gli esperimenti più riusciti, nel primo caso, l’adattamento italiano in formato musical del 1996, curato da Luciano Cannito, e quello del 2003 messo in scena dalla Royal Shakespeare Company. Per il piccolo schermo, invece, vanno ricordate le rivisitazioni moderne proposte dalla serie fantasy con Linda Hamilton e Ron Perlman, trasmessa dal 1987 al 1989, quella del serial americano Beauty and the Beast, in onda dal 2012 al 2016 e, infine, lo sceneggiato italiano con Alessandro Preziosi e Blanca Suárez.