Il libro della giungla, stasera su Italia 1 alle 21.20 su Italia 1: trama, cast e curiosità sul live action

Redazione
15/02/2022

Dalla faticosa selezione del protagonista al boom ai botteghini. Le cose da sapere sul live action de Il libro della giungla, in onda stasera, martedì 15 febbraio 2022, alle 21.20 su Italia 1.

Il libro della giungla, stasera su Italia 1 alle 21.20 su Italia 1: trama, cast e curiosità sul live action

Neel Sethi è il protagonista de Il libro della giungla in onda questa sera, martedì 15 febbraio 2022 alle 21.20 su Italia 1. Diretto da Jon Favreau e uscito nelle sale nel 2016, si tratta del remake in live action dell’omonimo cartone animato di Walt Disney lanciato nel 1967 e, a sua volta, ispirato al romanzo di Rudyard Kipling. Al centro la storia di Mowgli, un piccolo orfano allevato e cresciuto da un branco di lupi.

Il libro della giungla: le cose da sapere sul film in onda stasera su Italia 1 alle 21.20

Il libro della giungla: la trama

Abbandonato da neonato e salvato dalle insidie della giungla, il piccolo Mowgli viene affidato dalla pantera nera Bagheera alle cure amorevoli della lupa Raksha e del branco guidato dal saggio Akela. Stare al passo con gli altri non è semplice per il piccolo uomo: accolto amorevolmente dai fratelli lupi, cerca di imitarne gesti e movenze ma, spesso, viene rimproverato perché, in diverse situazioni, tende a utilizzare stratagemmi e metodi umani, invece di imparare a muoversi come un animale. A turbare il suo già fragile equilibrio una serie di sfide rese complicate dalla presenza della tremenda tigre del Bengala Shere Khan, fomentata da un odio tale nei suoi confronti da coltivare il desiderio di ucciderlo. Il felino nutre, infatti, un profondo sentimento di avversione verso gli umani, che reputa pericolosi: è stata lei a uccidere il padre di Mowgli in una lotta che l’è costata la vista a un occhio. Ecco perché contesta ai lupi la protezione garantita al bambino, certa che crescendo possa diventare malvagio come i suoi simili. Così, una volta adulto, stanco delle continue minacce di Shere Khan, l’orfano abbandona il branco e decide di intraprendere un viaggio alla ricerca del villaggio degli uomini. Accompagnato da un duo vincente, il mentore Bagheera e lo spensierato orso Baloo, diventerà il protagonista di un’avventura che lo porterà a fare scoperte decisamente inaspettate.

Il libro della giungla: il cast

Accanto a Neel Sethi nei panni di Mowgli, nel cast troviamo anche Ritesh Rajan (padre di Mowgli) e una schiera di doppiatori celebri, tra cui Bill Murray (Baloo), Ben Kingsley (Bagheera), Idris Elba (Shere Khan), Lupita Nyong’o (Raksha), Scarlett Johansson (Kaa), Giancarlo Esposito (Akela) e Christopher Walken (King Louie). Nella versione italiana, invece, abbiamo Luca Tesei (Mowgli), Neri Marcorè (Baloo), Toni Servillo (Bagheera), Alessandro Rossi (Shere Khan), Violante Placido (Raksha), Giovanna Mezzogiorno (Kaa), Luca Biagini (Akela) e Giancarlo Magalli (King Louie).

Cosa sapere sul live action de Il libro della giungla, in onda stasera su Italia 1
Una scena del live action (Twitter)

Il libro della giungla: 5 curiosità sulla pellicola

1) Il libro della giungla: nessun animale coinvolto

Il personaggio di Mowgli è l’unico essere umano presente nella pellicola. Gli animali, infatti, sono stati realizzati interamente attraverso la tecnica della computer grafica, prendendo spunto dai movimenti reali catturati da filmati e documentari. Un metodo adoperato anche in grandi successi come Avatar e al quale attori e doppiatori si sono adattati perfettamente, recitando in motion capture per aggiungere il labiale. La scelta di non aver optato per esemplari in carne e ossa è valsa a Favreau un Innovation Film Award da parte dell’associazione animalista PETA.

2) Il libro della giungla: l’ispirazione ad Apocalypse Now

Il personaggio di Re Luigi, l’inquietante gigantopiteco che spaventerà Mowgli e i suoi amici, è inizialmente seduto all’ombra e parla a voce molto bassa. La scena è un omaggio esplicito ad Apocalypse Now, in cui il colonnello Walter E.Kurtz, interpretato da Marlon Brando, fa la sua prima apparizione sul grande schermo più o meno allo stesso modo.

3) Il libro della giungla: la faticosa selezione di Neel Sethi

Uno dei momenti che più hanno contribuito alla buona riuscita del film sono stati, senza dubbio, i casting per la scelta del protagonista. Neel Sethi è stato selezionato dopo più di 2mila provini. Scoperto per caso a Manhattan, ha catturato produttori e sceneggiatori per la sua spavalderia, perfetta per il personaggio a cui avrebbe dovuto prestare volto e voce.

4) Il libro della giungla: in memoria di Shawn Robinson e Garry Shandling

Il regista Favreau ha deciso di dedicare il suo lungometraggio alla memoria di Shawn Robinson, stuntman morto un anno prima dell’uscita della pellicola, e a quella dell’attore Gary Shandling, voce del porcospino Ikki nella versione animata, scomparso a marzo del 2016.

5) Il libro della giungla: il boom ai botteghini

A fronte di un budget di 175 milioni di dollari, il live action de Il libro della giungla ha guadagnato oltre 966.5 milioni di dollari, ottenendo recensioni più che positive tanto dal pubblico in sala quanto dagli addetti ai lavori.