Harry e Meghan non hanno cancellato sito web e social network da reali

Redazione
18/12/2023

A quasi quattro anni dalle dimissioni da membri senior della corona britannica, le pagine Sussex Royal sono ancora online. Nessuna menzione però alla morte di Elisabetta II e all’ascesa di Carlo III. Intanto arrivano gli auguri di Natale senza i figli.

Harry e Meghan non hanno cancellato sito web e social network da reali

Quasi quattro anni dopo il loro addio alla corona, Harry e Meghan non hanno dismesso il loro sito web ufficiale da reali. Come riporta il Daily Mail, infatti, il portale Sussex Royal è ancora di dominio pubblico, così come la pagina Instagram da circa 9 milioni di follower. Un caso particolare dato che, con le dimissioni da membri senior della corona britannica, i due accettarono di non utilizzare il titolo a seguito anche di un accordo con l’allora regina Elisabetta II. Non è chiaro chi gestisca ad oggi la piattaforma online né per quale motivo non sia stata eliminata, nonostante la sua presenza in Rete sia per alcuni analisti «un danno per tutti gli utenti».

Sussex Royal, il sito web che Harry e Meghan usavano da reali, è ancora online a quattro anni dall'addio. Ma non cita l'ascesa di Carlo III.
Harry e Meghan a New York nel 2022 (Getty Images).

LEGGI ANCHE: Royal Family, un nuovo libro racconta gli scandali nella corte britannica

Harry e Meghan, il sito online è fermo a prima della morte di Elisabetta II

«Sono stupito che il sito web Sussex Royal sia ancora di dominio pubblico», ha spiegato un corrispondente del Daily Mail che si occupa della corona. Nonostante sia online, tuttavia, la sezione delle news non riceve alcun aggiornamento dal 2020. Nessuna menzione infatti per i due eventi che più di altri hanno cambiato la storia recente della monarchia inglese. Come si legge in alcune sezioni della piattaforma, Harry e Meghan si dicono ancora devoti a «Sua Maestà la regina Elisabetta II», che si impegnano a «servire quando chiamati». Non c’è alcun riferimento alla morte della sovrana più longeva del Regno Unito, così come non si fa nessuna menzione dell’ascesa e dell’incoronazione di Carlo III. «Dato che è online, avrebbe almeno dovuto parlare dei due eventi», ha sbottato un utente sui social media. «Secondo Sussex Royal, la nostra compianta regina è ancora viva».

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The Duke and Duchess of Sussex (@sussexroyal)

Oltre al sito web, il quotidiano londinese ha confermato la presenza della pagina ufficiale su Instagram. Con 9 milioni di follower, poco più di due in meno rispetto al 2020 quando ne contava circa 11,2 milioni, non è mai stata cancellata e presenta le iniziali di Harry e Meghan sotto l’immagine della corona britannica. Anche in questo caso, i contenuti sono fermi al marzo 2020 con un messaggio dei coniugi in sostegno del popolo in lotta contro la pandemia da Covid-19. «Grazie a tutta la community», avevano postato i Sussex. «Per tutto il supporto, l’ispirazione e l’impegno per il bene nel mondo». Sebbene diversi post onorassero l’operato di Elisabetta II, come ha rivelato il Daily Mail la regina non era per nulla d’accordo con i contenuti pubblicati. «Il sito non aveva la sua approvazione», ha concluso il quotidiano inglese.

LEGGI ANCHE: Harry e Meghan produrranno un film simile alla loro storia

Nella cartolina di Natale 2023 una frecciatina a William e Kate

Mentre monta la polemica sul sito web, Harry e Meghan hanno rilasciato la loro personale cartolina per gli auguri di Natale. Per il 2023, i Sussex hanno scelto una foto di coppia scattata durante gli Invictus Games di settembre, che li ritrae felici e festanti con una platea alle loro spalle. Nessun ritratto di famiglia posato e realizzato ad hoc per la ricorrenza, ma un’immagine spontanea. Ciò che colpisce maggiormente è però l’assenza dei figli Archie e Lilibet, in aperta contraddizione con il cerimoniale seguito invece da William e Kate, gli eredi al trono. La cartolina delle feste dei Sussex si conclude con un messaggio diretto esclusivamente ai loro fan e sostenitori: «Grazie per tutto il sostegno nel 2023». Un approccio che i media britannici hanno definito «commerciale e aziendale», senza alcun coinvolgimento personale.