Guerra in Ucraina, spenta la centrale nucleare di Zaporizhzhia

Redazione
11/09/2022

Stop nella notte all'ultimo reattore ancora in funzione. Lo ha reso noto Energoatom. La decisione dopo la visita dell'Aiea.

Guerra in Ucraina, spenta la centrale nucleare di Zaporizhzhia

L’ultimo reattore che era ancora attivo della centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia, occupata dalle forze russe, è stato spento: lo ha reso noto l’agenzia nucleare statale Energoatom. «Oggi, 11 settembre 2022, alle 03:41, l’unità n. 6 della ZNPP è stata scollegata dalla rete elettrica. Sono in corso i preparativi per il raffreddamento e il trasferimento allo stato freddo». L’impianto di Zaporizhzhia, motivo di grande preoccupazione fin dai primi giorni dell’invasione russa, non produce più elettricità.

Guerra in Ucraina, spenta la centrale nucleare di Zaporizhzhia
Rafael Grossi, direttore generale dell’Aiea (Getty Images)

Zaporizhzhia, lo stop dopo il sopralluogo dell’Aiea

La decisione è stata presa a causa dei bombardamenti che proseguono intorno all’impianto e dopo il sopralluogo da parte di una delegazione dell’Aiea, composta dal direttore generale Rafael Grossi e da altri esperti dell’agenzia dell’Onu per l’energia atomica. Energoatom ha reso noto che, negli ultimi tre giorni, l’impianto è stato funzionante in “modalità isola”: stava cioè producendo solo elettricità per la propria fornitura, in quanto tutte le linee che lo collegavano alla rete elettrica ucraina erano state interrotte dai bombardamenti.

Guerra in Ucraina, spenta la centrale nucleare di Zaporizhzhia
La centrale di Zaporizhzhia, affacciata sul fiume Dnipro (Getty Images)

Zaporizhzhia, la più grande centrale nucleare d’Europa

Sabato sera era stata ripristinata la linea alla rete elettrica ed era stato deciso di alimentare la centrale nucleare attraverso questa linea, spegnendo l’ultimo reattore funzionante in modo da raffreddarlo fino a uno stato freddo sicuro. Nonostante gli avvertimenti internazionali, la più grande centrale nucleare d’Europa è sotto tiro da settimane, mentre Russia e Ucraina si incolpano a vicenda per l’escalation della situazione attorno alla struttura. Che adesso, completamente disconnessa (alle 2:41 italiane) dalla rete elettrica, è in fase di chiusura. La centrale nucleare di Zaporizhzhia si trova sulla riva orientale del fiume Dnipro a circa 500 chilometri da Kyiv, nel sud-est del Paese. L’Ucraina aveva quattro impianti nucleari attivi prima dell’inizio della guerra: quello di Zaporizhzhia è il più grande in Europa e il nono al mondo.