Ucraina, un colonnello-spia di Putin catturato in mutande e calze

Redazione
22/03/2022

Una cattura poco convenzionale per il 39enne Koshel Alexander Olegovich, trovato nel suo nascondiglio solo in biancheria intima.

Ucraina, un colonnello-spia di Putin catturato in mutande e calze

L’esercito ucraino continua la sua resistenza all’invasione russa e si susseguono, giorno dopo giorno, le notizie di soldati, generali e comandati di Mosca uccisi o presi in ostaggio. Tra tutte le news provenienti da Kiev, però, quella della cattura del tenente colonnello Koshel Alexander Olegovich è sicuramente la più particolare. La 39enne super spia di Vladimir Putin, infatti, si pensava fosse rimasta vittima di una battaglia. Invece gli ucraini lo hanno catturato, trovandolo nel suo nascondiglio in mutande e calze.

Ucraina, un colonnello-spia di Putin catturato in mutande e calze. Koshel Olegovich lavorava sotto copertura, ora è in mano all'esercito
Le città ucraine blindate (Getty)

Olegovich in mutande e calze: la cattura degli ucraini

I media locali hanno subito raccontato la vicenda, soffermandosi sia sul profilo di Olegovich sia sulle modalità curiose in cui è stato trovato. Il 39enne non è un membro qualsiasi dell’esercito russo, ma un tenente colonnello che gode di una profonda stima da parte di Putin, tanto da lavorare sotto copertura. E infatti Koshel Alexander Olegovich portava i marchi dell’esercito ucraino con sé, ma non è bastato a scampare alla cattura. Per di più i giornali di Kiev spiegano che «è stato trovato con indosso biancheria intima e calzini». I soldati ucraini gli hanno regalato poi una maglietta e una felpa, prima di diffondere la sua foto con i documenti che ne attestano l’identità.

La cattura e il tentativo russo di liberarlo

L’importanza di Koshel Alexander Olegovich sembra essere confermata, secondo i giornali locali, da un altro fattore. I russi avrebbero fatto di tutto per tentare di liberarlo immediatamente, sfruttando soprattutto raid aerei. I soldati della 128esima Brigata, che lo hanno catturato, avrebbero affermato che «nessuno è rimasto ferito nel fuoco nemico. Il prigioniero è stato portato in un posto sicuro nelle retrovie». Inoltre la stampa ucraina rivela che Olegovich aveva mantenuto contatti diretti con Mikhail Zusko, comandante della 58a armata della Federazione russa.

Ucraina, un colonnello-spia di Putin catturato in mutande e calze. Koshel Olegovich lavorava sotto copertura, ora è in mano all'esercito
I soldati ucraini presidiano le città in tutto il Paese (Getty)