Guerra nucleare, 5 videogiochi che hanno affrontato il conflitto atomico

Fabrizio Grasso
04/03/2022

Nella notte, l’assalto russo a Zaporizhzhia ha fatto temere un disastro atomico. Da Fallout a Metro 2033, 5 videogame che mostrano le conseguenze del lancio di bombe a fissione.

Guerra nucleare, 5 videogiochi che hanno affrontato il conflitto atomico

Nelle ultime ore, in Ucraina le truppe russe hanno preso il controllo della centrale nucleare di Zaporizhzhia, nel sud-est del Paese, con un attacco che ha fatto temere il peggio. La guerra scatenata da Putin ha fatto diventare concreto l’incubo atomico che fino a pochi giorni fa apparteneva solo al fantasy. Ecco i cinque titoli più noti sul tema, dalla saga di Fallout a Metro 2033, ambientato nei sotterranei di Mosca.

Guerra nucleare, 5 videogiochi che hanno affrontato il conflitto atomico

1. Fallout, la saga che ha identificato un genere

Il videogioco che incarna al meglio gli effetti di una guerra nucleare è indubbiamente Fallout. Il primo capitolo risale al 1997 e ha dato vita a una saga ancora attiva, come conferma l’uscita recente di Fallout 76 che avrà anche diversi aggiornamenti nel corso del 2022. I principali attori del conflitto ideato da Interplay Entertainment sono Cina e Stati Uniti che, in un futuro non troppo lontano (la trama ha inizio nel 2077), danno vita a una guerra senza confini. Con lo scopo di accaparrarsi gli ultimi giacimenti di petrolio e uranio sul pianeta, le due superpotenze utilizzano le bombe atomiche, portando l’umanità sull’orlo dell’estinzione. Il gioco si svolge poi nel 2161, con la popolazione stipata nei Vault, rifugi antiatomici e unico luogo ormai capace di garantire la vita umana. Attualmente Amazon è al lavoro per realizzare una serie tv sul gioco.

2. Metro 2033, la guerra nucleare in Russia

Si basa sull’omonimo romanzo dello scrittore russo Dmitry Glukhovsky invece Metro 2033, survival horror in prima persona di 4A Games. Uscito nel 2010 per Xbox 360 e pc, si svolge a Mosca appunto nel 2033 quando, in seguito a una guerra nucleare, la capitale russa è ormai ridotta in rovina. La popolazione vive stipata nelle aree metropolitane, unico luogo di salvezza dall’inverno atomico che permea il clima esterno. Nel buio però si celano insidie continue, tra cui mostruose creature dalle capacità psichiche avanzate. La trama mette l’utente nei panni di Artyom, giovane ragazzo cresciuto nei sotterranei di Mosca, che riceve l’incarico di portare un delicato messaggio a un’altra stazione metropolitana. Dall’esito della missione deriverà la sopravvivenza dei pochi superstiti, che scopriranno il triste destino del mondo post-bellico.

3. Defcon, il cult dei giochi di strategia

Defcon, titolo per pc risalente al 2006, rappresenta invece uno dei videogiochi di strategia in tempo reale più celebri in ambito bellico. Il gamer prende il controllo di un generale all’interno di un bunker segreto che, con il solo aiuto di un vecchio computer, cerca di capire ciò che avviene in superficie e di gestire la guerra per la sua nazione. Ogni giocatore può infatti scegliere il proprio Stato e iniziare la sua tattica, scegliendo anche se e dove colpire i bersagli militari o civili. Tra le opzioni a disposizione anche gli ordigni atomici per dare via a una guerra nucleare con effetti disastrosi a livello globale.

Nella notte, l’assalto russo a Zaporizhzhia ha fatto temere un disastro atomico. Da Fallout a Metro 2033, 5 videogame sulla guerra nucleare
Una schermata della mappa mondiale di “Defcon”, gioco di strategia in tempo reale (Twitter)

4. Mr. Pepper, istruzioni per costruire un bunker anti-atomico

La guerra nucleare è anche al centro di Mr. Pepper, titolo di Rejected Games uscito lo scorso dicembre su Xbox. Si tratta di un survival game in cui il protagonista deve costruire un bunker privato a Murricaville, cittadina immaginaria su cui pende la minaccia di un disastro atomico. Il nuovo governo, infatti, ha introdotto legge marziale e continue restrizioni, costringendo alla fuga la popolazione. Alcuni, però, tra cui il protagonista, hanno deciso di resistere e combattere per la libertà. Uno scenario che ricorda molto da vicino quanto sta succedendo in Ucraina contro l’invasione russa.

5. Call of Duty 4: Modern Warfare, la guerra nucleare in Medio Oriente

Fra i videogame bellici non può mancare un accenno alla saga Call of Duty di Activision. Iniziata con un focus sui conflitti mondiali, si è man mano evoluta presentando potenziali scenari futuri. Il quarto capitolo, Modern Warfare, ha anche presentato un accenno alla guerra nucleare con il lancio di un ordigno atomico. Una missione della campagna principale, a circa metà del gioco, vede il protagonista tentare di catturare Al-Asad, terrorista del Medio Oriente che minaccia di sovvertire l’ordine globale. La missione però fallisce e, durante la ritirata, una bomba atomica distrugge l’intera mappa, causando la morte di migliaia di persone.

Nella notte, l’assalto russo a Zaporizhzhia ha fatto temere un disastro atomico. Da Fallout a Metro 2033, 5 videogame sulla guerra nucleare
L’esplosione di una bomba atomica in “Call of Duty 4: Modern Warfare” (Youtube)