Gorbaciov, Putin non sarà presente al funerale

Redazione
01/09/2022

La cerimonia è in programma sabato. Come ha spiegato il portavoce del Cremlino, il presidente russo ha altri impegni: è infatti atteso a Kaliningrad.

Gorbaciov, Putin non sarà presente al funerale

Il presidente russo Vladimir Putin ha reso omaggio a Mikhail Gorbaciov, andando a deporre un mazzo di fiori rossi accanto alla bara, nella camera ardente a Mosca. Ma non sarà presente al funerale dell’ultimo leader dell’Urss, scomparso a 91 anni il 30 agosto, in programma sabato. Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha dichiarato che Putin non potrà partecipare alla cerimonia in quanto atteso a Kaliningrad.

La cerimonia, organizzata dall’ufficio del protocollo della presidenza nella Sala delle Colonne della Casa dei Sindacati, avrà «elementi da funerale di Stato». Come ha spiegato Peskov, «ci sarà un picchetto d’onore». Gorbaciov verrà poi sepolto nel cimitero Novodevichy di Mosca, accanto all’adorata moglie Raissa, sposata nel 1953 e deceduta nel 1999.

LEGGI ANCHE: Gorbaciov, il lato pop dell’ex presidente sovietico

Gorbaciov, Putin non sarà presente al funerale. Il presidente russo ha altri impegni: è infatti atteso a Kaliningrad.
2004, Mikhail Gorbaciov e Vladimir Putin (JOCHEN LUEBKE/DDP/AFP via Getty Images)

Gorbaciov, il freddo telegramma di Putin alla famiglia

«Un politico e uno statista che ha avuto una influenza importante sulla storia del mondo», che «ha dovuto affrontare grandi sfide in politica estera, nell’economia e nella sfera sociale», capace di «proporre le proprie soluzioni a problemi scottanti». Così Putin ha ricordato Gorbaciov nel telegramma di condoglianze alla famiglia. «Vorrei sottolineare anche quella grande attività umanitaria, di beneficenza e illuminismo che Gorbaciov ha condotto in tutti gli ultimi anni. Chiedo di accettare le parole sincere di solidarietà e empatia per la perdita che avete subito». Un telegramma freddo, inviato in ossequio al protocollo ma con molta calma, per salutare uno statista non troppo amato (eufemismo) in Russia, tantomeno dall’attuale presidente.

LEGGI ANCHE: Marco Rizzo brinda per la morte di Gorbaciov: «La aspettavo dal 1991»

Gorbaciov, Putin non sarà presente al funerale. Il presidente russo ha altri impegni: è infatti atteso a Kaliningrad.
Mikhail Gorbaciov, ultimo leader dell’Urss (VASILY MAXIMOV/AFP via Getty Images)

Per la morte di Eltsin, nel 2007, Putin proclamò il lutto nazionale 

Niente funerali di Stato per l’ultimo leader dell’Unione Sovietica e forfait di Putin. Che, per la morte di Boris Eltsin nel 2007, proclamò il lutto nazionale, organizzò esequie ufficiali e tenne un accorato discorso. D’altra parte, in passato Putin aveva definito il crollo dell’Urss, imputabile in larga parte a Gorbaciov «la più grande catastrofe geopolitica del ventesimo secolo». E lo stesso Gorbaciov, che inizialmente si era speso in apprezzamenti nei confronti di Putin, lo aveva in seguito criticato )«Si sente il vice di Dio in terra»).