La Francia va verso la proroga del Green Pass fino a luglio

Redazione
04/11/2021

Nonostante i numeri dell'Assemblea nazionale siano risicati la Francia prorogherà una misura tanto impopolare quanto efficace

La Francia va verso la proroga del Green Pass fino a luglio

L’Assemblea nazionale francese ha deciso, in conformità alle indicazioni del governo francese, di prorogare al 31 luglio dell’anno prossimo la possibilità di ricorrere al Green pass nella lotta al covid, tornando sulla decisione del Senato che aveva fissato il 28 febbraio come termine.

Il provvedimento è stato approvato con 147 sì, 125 no e due astenuti e ripristina la linea scelta dal governo.

Ora tocca nuovamente al Senato, mentre i deputati daranno il disco verde finale venerdì. La svolta arriva dopo una maratona notturna sui circa 500 emendamenti, bipartisan.

Proroga del Green Pass: un sì sofferto

Al centro delle critiche quella che viene definita una delega in bianco al governo. Facile prevedere che il provvedimento divenga oggetto di un ricorso alla Corte costituzionale.

L’esito del voto del Senato, quindi, è tutt’altro che scontato. Il Senato aveva infatti già modificato radicalmente il testo del governo in prima lettura riducendo la possibilità di ricorrere al pass sanitario. Aveva poi chiesto la limitazione l’utilizzo al 28 febbraio contro il 31 luglio, data voluta dall’esecutivo e dalla maggioranza dei deputati, perché consente di passare oltre le elezioni presidenziali rimandando il nodo del pass sanitario al nuovo esecutivo francese.

Green Pass in Francia, come funziona

Il Green Pass in Francia non è obbligatorio per lavorare. Serve però per le categorie indicate dal ministero come quella dei dipendenti di ristoranti, cinema, musei, centri commerciali, palestre e trasporti a lunga percorrenza. L’introduzione è stata graduale e contestualizzata. E il nuovo ddl potrebbe anche modificare l’utilizzo del green pass, ridimensionandolo ulteriormente.

Si tratta del terzo ddl in cinque mesi che affronta la questione del certificato sanitario per fronteggiare la pandemia da Covid-19: lo strumento è contestato da una minoranza della popolazione ma, allo stesso tempo, è stato adottato dalla larga maggioranza dei francesi.

Secondo indiscrezioni di governo per votare la proroga del green pass il senato metterebbe sul tavolo l’ipotesi di  limitarlo ai dipartimenti in cui è stata vaccinata meno dell’80 per cento della popolazione e solo al chiuso.