Federico Pizzarotti, chi è l’ex sindaco di Parma che ha lanciato la Lista Civica Nazionale

Claudio Vittozzi
28/07/2022

Federico Pizzarotti, ex sindaco di Parma, lancia la Lista Civica Nazionale e punta alle prossime elezioni politiche.

Federico Pizzarotti, chi è l’ex sindaco di Parma che ha lanciato la Lista Civica Nazionale

Federico Pizzarotti ha deciso di lanciare la Lista Civica Nazionale, un nuovo movimento che cercherà di farsi strada alle prossime elezioni del 25 settembre: vediamo chi è e quali sono gli obiettivi della neonata forza politica.

Federico Pizzarotti e l’annuncio della Lista Civica Nazionale

L’ex sindaco Federico Pizzarotti ha annunciato la nascita della Lista Civica Nazionale sul suo profilo sul social network Facebook annunciando il nome della lista e l’intenzione di candidarsi alle imminenti politiche.  Continuando con il post, l’esponente politico ha fornito maggiori dettaglio: “Si sta parlando tanto di una lista civica nazionale che impegni sindaci, amministratori locali, associazioni e promotori dei più vivaci e liberi progetti del territorio. È il momento di farla davvero“.

Quanto al posizionamento, ha chiarito che si tratterebbe di uno spazio utile ad allargare la base del centrosinistra e da aggiungere alla coalizione guidata dal Partito Democratico – proprio come avviene nei comuni e nelle regioni, in cui si presentano liste civiche in appoggio ai partiti per allargare la partecipazione alla società. “C’è una sfida anche numerica che oggi vede il vantaggio del centrodestra, quindi dobbiamo allargare la base partendo dai territori“, ha aggiunto.

La sua ambizione, ha concluso, è quella di avere sindaci o liste civiche che rappresentano il mondo di centro moderato e che non si ritrovano nella destra guidata da Giorgia Meloni. “Non è un tema di posizionamento di campo quanto territoriale“, ci ha tenuto a ribadire.

Federico Pizzarotti: chi è

Nato a Parma il 7 ottobre 1973, Pizzarotti è un ex pentastellato che dal 2012 al 2022 ha svolto il ruolo di sindaco di Parma. Alle elezioni regionali del 2010 si candidò come consigliere regionale per l’Emilia-Romagna ma non venne eletto. Nel 2018 ha anche fondato il movimento chiamato Italia in Comune, dichiarato da lui stesso come il “partito dei sindaci”.

Per quanto riguarda la carriera scolastica, ha frequentato l’Istituto professionale per l’industria e artigianato Primo Levi e si è diplomato nell’indirizzo elettronico. Inoltre, prima di intraprendere il suo percorso come politico, ha lavorato come consulente per le banche e gli istituti finanziari. Ancora, ha svolto l’incarico di project manager al Credito Emiliano di Reggio Emilia nell’ambito delle tecnologie e per le informazioni e le comunicazioni.