Federica Gasbarro, chi è l’attivista candidata con Di Maio alle elezioni

Annarita Faggioni
10/08/2022

Ha 27 anni e rappresenta l'Italia tra i 100 giovani ambientalisti alla COP26. Forbes l'ha anche inserita tra i primi cento under 30 più influenti. 

Federica Gasbarro, chi è l’attivista candidata con Di Maio alle elezioni

Federica Gasbarro entra nel partito Impegno Civico di Luigi Di Maio e si presenta alle prossime elezioni politiche del 25 settembre. «È una candidatura di tutti i giovani e di chi ha a cuore l’ambiente». Così la giovane attivista, soprannominata anche come ‘Greta italiana’, spiega la sua scelta di candidarsi ottenendo l’endorsement di Di Maio sui social. «Sarai l’anima ambientalista di Impegno Civico», scrive infatti il Ministro degli Esteri sui propri canali social.

Federica Gasbarro, chi è l'attivista candidata con Luigi Di Maio alle prossime elezioni e nella lista under 30 di Forbes.

Federica Gasbarro: chi è l’attivista candidata con Di Maio

Federica Gasbarro ha 27 anni. È un’attivista ambientalista con tre libri all’attivo, tutti pubblicati da Mondadori. Ha una laurea in Scienze Biologiche all’università Tor Vergata di Roma ed è tra i primi 100 under 30 più influenti della nota lista di Forbes. Ha fatto parte dei 100 attivisti che hanno accompagnato Greta alle Nazioni Unite ed era l’unica in quella sede a rappresentare l’Italia. Ha incontrato due volte Papa Francesco e in una di queste occasioni ha tenuto un discorso a tema ambiente.

Oggi rappresenta i giovani italiani alla COP26. Ha un blog ufficiale sull’Huffington Post e una rubrica settimanale su The Wom. Sul suo blog ha dichiarato di voler «(…) portare avanti con passione l’attivismo per l’ambiente e l’attività di divulgazione scientifica, sia sui social come Green Influencer sia con altri mezzi».

Federica Gasbarro, chi è l'attivista candidata con Luigi Di Maio alle prossime elezioni e nella lista under 30 di Forbes.

L’endorsement del leader di Impegno Civico

Per Luigi Di Maio, la giovane ambientalista è un ottimo modo per intercettare i giovani. «L’obiettivo non è entrare in Parlamento, quello è uno strumento, ma iniziare a fare davvero quello che abbiamo fatto a piccoli passi in questa legislatura: una legge sul clima» ha spiegato il leader di Impegno Civico per ringraziarla per la sua candidatura. Secondo i sondaggisti, la spinta ambientalista potrebbe essere un ottimo modo per attirare gli indecisi molto sensibili alle tematiche ambientali e alle personalità di spicco su questo tema.