Chi sono Enrico Michetti e Simonetta Matone, il ticket di centrodestra per Roma

Redazione
11/06/2021

Il centrodestra ha sciolto la riserva. Per le Comunali di Roma mette in campo Enrico Michetti e Simonetta Matone. Ecco chi sono.

Chi sono Enrico Michetti e Simonetta Matone, il ticket di centrodestra per Roma

Dopo settimane di discussioni e passi indietro – il più eclatante quello di Guido Bertolaso – il centrodestra ha trovato la quadra sul candidato sindaco di Roma alle prossime Amministrative d’autunno. In realtà si parla di un ticket composto da Enrico Michetti, candidato sindaco, e Simonetta Matone, nel ruolo in caso di vittoria di vicesindaca o prosindaca. Una vittoria per Giorgia Meloni prima supporter di Michetti. Matteo Salvini e Forza Italia hanno fatto pressing per ottenere una doppia candidatura. E così è spuntato il nome di Simonetta Matone.

Chi è Enrico Michetti, candidato sindaco di Roma per il centrodestra

Professore di Diritto degli Enti Locali presso l’Università di Cassino, amministrativista, direttore de La gazzetta amministrativa e del Quotidiano della P.A, Enrico Michetti è il frontman del centrodestra. Il professore, classe 1966, è anche uno speaker radiofonico di Radio Radio, un’emittente romana. Soprannominato il tribuno per le sue accalorate arringhe radiofoniche, è apprezzato in particolar modo da Giorgia Meloni che lo ha definito il «Mister Wolf» in grado di risolvere i problemi. Proprio in radio Michetti ha collezionato nel tempo svariati scivoloni. Sul Covid, per esempio, disse: «Si parla solo di questa influenza – particolarmente grave, per carità di Dio, in casi acuti – ma che di questo virus si faccia un programma di governo che altrimenti non avrebbe ragione di esistere è paradossale. Capisco che la vicenda è grave ma sapete quante gente muore d’infarto? Sapete quanta gente muore di tumore?». Poi è inciampato pesantemente anche sul saluto romano: «Se per qualcuno è rievocativo del nazismo o del fascismo, è un problema suo. I romani quando inventavano le cose rasentavano la perfezione. Salutavano in quel modo perché era il modo più igienico». 

Chi è Simonetta Matone, candidata alla carica di vicesindaca

La giudice Simonetta Matone, dopo essere stata per 17 anni pm del tribunale dei minori, dal 2015 è sostituto procuratore generale alla Corte d’appello di Roma. Laureata alla Sapienza di Roma, dal 1979 al 1980 è stata vicedirettrice del carcere Le Murate di Firenze. Poi giudice a Lecco e quindi magistrato di sorveglianza a Roma. Nel 1987 è stata nominata capo della Segreteria del ministro della Giustizia, Giuliano Vassalli. Nel 1992 ha fondato con altre magistrate Admi, l’associazione donne magistrato italiane. Nel 2008 è stata nominata capo gabinetto della ministra per le Pari Opportunità Mara Carfagna. Pluripremiata, nel 2005 è stata insignita del premio Donna dell’anno della Regione. Spesso ospite a Porta a Porta, in passato il suo nome era comparso nella rosa di possibili candidati civici di centrodestra per le Regionali del Lazio nel 2013 e per le Comunali di Roma nel 2016 ma ebbero la meglio su di lei rispettivamente Alfio Marchini e Francesco Storace.