Lutto per Emma Marrone: è morto suo padre Rosario

Redazione
05/09/2022

Rosario Marrone è venuto a mancare improvvisamente a 66 anni. Il ricordo della figlia su Instagram: «Fai buon viaggio Papà. Ti amo e ti amerò per sempre. La tua Chicca».

Lutto per Emma Marrone: è morto suo padre Rosario

Lutto per Emma Marrone. Rosario, il padre della cantante salentina, è morto improvvisamente all’età di 66 anni. Aveva accompagnato Emma lungo tutto il suo percorso musicale. Rosario Marrone era stato anche presidente del Consiglio comunale di Aradeo. Ed è stata proprio l’amministrazione che ha dato la notizia della sua scomparsa sui social. «È con profonda tristezza», si legge nel post, «che ci stringiamo commossi alla famiglia Marrone, alla presidente del Consiglio Clarissa Quido per l’improvvisa perdita del caro Rosario. Ricordiamo Rosario per il suo impegno nella nostra comunità, come uomo di politica, ex amministratore e presidente del consiglio nel nostro Comune. Un uomo eclettico, disponibile, forte e schietto che ricorderemo sempre con grande affetto».

https://www.facebook.com/ilcomunediaradeo/posts/pfbid023adHEKtqETKQVzoZbyD9z7KihMCrj8nSjUNaHQ47HVdo4tUGJT3JRuxhS5awknYrl

L’ultimo saluto di Emma: «Fai buon viaggio Papà»

Infermiere di professione, la grande passione di Rosario Marrone è sempre stata la musica. Nel tempo libero suonava la chitarra e cantava nel suo gruppo, gli H2O. Aveva imparato a suonare da autodidatta ed è stata proprio Emma a farlo esibire per la prima volta su un palco vero e proprio. Oggi Emma Marrone saluta suo padre con una dedica piena di affetto su Instagram: «Fai buon viaggio Papà. Ti amo e ti amerò per sempre. La tua Chicca».

https://www.instagram.com/p/CiHKpplKFoE/

Il post in occasione del compleanno del padre: «Sei forte papà, sei il più forte del mondo»

Nel 2018 Emma dedicò al padre un altro posto diventato virale in occasione del suo compleanno. «Quando vedrai questa foto ti incazzerai tantissimo perché ci tieni troppo alla tua immagine di rock star», scrisse la cantante nella didascalia della foto in cui sorrideva a fianco del padre addormentato. «Eravamo a Tokyo. Il nostro primo viaggio ‘lontano’ insieme. Tu dormivi e io ti guardavo. Ti vedevo grande in un letto così piccolo e ti vedevo così piccolo in una città così grande. Sei forte papà. Sei il più forte de mondo. E sei il viaggio più bello della mia vita».