Emilio Solfrizzi: età, moglie, figli e film dell’attore e comico

Alberto Muraro
27/12/2023

Nel suo curriculum vanta pellicole del calibro di Selvaggi e Maschi contro femmine, oltre alla serie Sei forte maestro dove è stato protagonista. È inoltre il fondatore del duo Toti e Tata.

Emilio Solfrizzi: età, moglie, figli e film dell’attore e comico

Il 5 aprile del 1962 nasceva a Bari Emilio Solfrizzi, stimato comico italiano con alle spalle una lunga carriera che ha preso il via nel 1985. Nato da padre barese e madre originaria della provincia di Potenza, dopo aver frequentato il DAMS di Bologna ha fondato con l’amico Antonio Stornaiolo il duo comico Toti e Tata, riscuotendo un grande successo soprattutto nella sua terra d’origine, la Puglia.

Emilio Solfrizzi: biografia e carriera

Negli stessi anni ha preso parte a svariati altri show in televisione (è il caso di Melensa o di West Durazzo Story), mentre nel 1995-1996 ha fatto il suo debutto sulla generalista entrando a far parte del cast di Striscia La Notizia con il personaggio di Lino Linguetta. Il sodalizio di Toti e Tata si è concluso nel 1998 e nel 2000 Solfrizzi è diventato il protagonista assoluto dell’amato serial Sei forte maestro, trasmesso su Canale 5, mentre l’esordio al cinema è giunto nel 1995 con il film comico Selvaggi di Carlo Vanzina. Solfrizzi ha nel suo curriculum anche una lunga esperienza come protagonista della celebre fiction Tutti pazzi per amore, dove ha recitato dal 2008 al 2012 insieme ad Antonia Liskova, ma ha anche prestato il volto ad alcuni dei personaggi inclusi nelle pellicole Maschi contro femmine, Femmine contro maschi, Un matrimonio rubato o ancora School of Mafia. Il suo ultimo impegno cinematografico è stato Love in the villa – Innamorarsi a Verona, uscito nel 2021.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Emilio Solfrizzi (@emiliosolfrizzi)

Emilio Solfrizzi: moglie e figli

Dal 1994 l’attore è sposato con Renata Del Turco, da cui ha avuto i due figli Francesco e Luca. In un’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni aveva dichiatato: «Sono innamorato pazzo di mia moglie. Del resto, non potrebbe essere altrimenti. Non è vero, come si dice comunemente, che il matrimonio è la tomba dell’amore, che con la fede al dito finisce tutto. Piuttosto, è l’inizio di un percorso comune che deve essere costruito giorno per giorno, mattone per mattone».