Economia e Finanza

Analisi, scenari, protagonisti dell’economia e della finanza italiane e mondiali.

Microsoft e Alphabet, profitti in calo: finito l’effetto-pandemia. Le vendite dei giganti della tecnologia in rallentamento.
Gigabye
Giganti della tecnologia in affanno. Le vendite di Alphabet, che possiede Google e YouTube, sono cresciute solo del 6 per cento nell'ultimo trimestre. Mentre quelle di Microsoft hanno segnato un +11 per cento, la crescita dei ricavi più lenta in cinque anni.
L'Ucraina e i piani dell'Occidente per la ricostruzione
Si fa presto a dire Marshall
L'economia ucraina è al collasso. La Banca mondiale ha stimato danni per 350 miliardi di dollari, cifra destinata a raddoppiare. Intanto l'Occidente pensa alla ricostruzione, tra i dubbi sulla capacità di Kyiv di canalizzare il flusso di denaro in arrivo e le incognite della guerra. L'analisi.
Il futuro di Tim in bilico tra Opa e scorporo della rete
Tim ballo
L'OBOLO DI SAN PIETRO. Sul destino della compagnia telefonica la confusione è totale. Vivendi cerca di massimizzare l'investimento ed è ai ferri corti con Cdp che prende tempo. Mentre aleggia l'ipotesi di offerta pubblica di acquisto e i francesi vorrebbero chiudere la partita per puntare a Sky.
Edizione intende dividere il patrimonio immobiliare dei Benetton
Il ballo del mattone
L'OBOLO DI SAN PIETRO. Mentre Alessandro Benetton ha assunto con il ceo Laghi il comando operativo di Edizione, a Ponzano sono cominciati ad affiorare i primi screzi. E il patrimonio immobiliare di oltre 2 miliardi potrebbe presto essere diviso tra i quattro rami della famiglia.
Comunicazione, Rutigliano lascia Snam e Pigozzi da Mediobanca passa a Fincantieri
Signora comunicazione
Fermento nel mondo dei Public Affair. Patrizia Rutigliano lascia Snam. Lorenza Pigozzi, storica portavoce di Mediobanca, approda in Fincantieri. Movimenti anche in Unicredit e Pirelli con gli addii di Manrico Lucchi e Walter Galbiati.
L'ascesa di Barchiesi in Cdp e le mosse di Scannapieco
Fabio in volo
Cdp si prepara all'arrivo del governo Meloni. Il draghiano Scannapieco blinda con un altro incarico il suo capo staff Barchiesi, abbandona la strategia del silenzio e apre ai media. Il giallo del no all'offerta di fare il ministro dell'Economia.