Donald Trump verso la ricandidatura: «Tenetevi pronti, è molto probabile»

Debora Faravelli
04/11/2022

L'ex presidente ha annunciato che «molto, molto, molto probabilmente» si presenterà per la terza volta come candidato a governare gli Stati Uniti.

Donald Trump verso la ricandidatura: «Tenetevi pronti, è molto probabile»

La ricandidatura di Donald Trump alle prossime presidenziali americane è sempre più probabile. Lo stesso tycoon ha concretamente ventilato l’ipotesi di sottoporsi nuovamente al giudizio degli elettori sperando in una rielezione.

Donald Trump verso la ricandidatura 

«Tenetevi pronti. Mi sono candidato due volte e ho vinto due volte (ndr. nel 2020 è stato sconfitto dall’attuale presidente Joe Biden ma ha sempre sostenuto che l’elezione si sia svolta in modo fraudolento). E ora, per rendere il nostro paese sicuro, glorioso e di successo, molto, molto, molto probabilmente lo farò di nuovo». Queste le parole da lui pronunciate nel corso di un comizio di Iowa dove si è presentato ai suoi sostenitori con il cappellino rosso recante lo slogan Make America Great Again.

Donald Trump (Getty Images)

Si tratta del più chiaro messaggio della sua intenzione a partecipare di nuovo alle elezioni presidenziali che abbia mai lanciato fino ad oggi. Nei giorni scorsi, la sua ex stratega elettorale Kellyanne Conway aveva affermato che l’ex capo della Casa Bianca avrebbe annunciato la sua ricandidatura molto presto, senza fornire ulteriori dettagli.

L’attacco a Nancy Pelosi

«Dobbiamo rendere di nuovo l’America sicura», ha ribadito Trump durante l’evento per poi aggiungere che «tra cinque giorni porremo fine alla carriera politica di “crazy” Nancy Pelosi» – il riferimento è alle elezioni di metà mandato in programma il prossimo 8 novembre. Una stoccata alla speaker della Camera, riservata durante il primo incontro del suo «Save America Rally» che proseguirà in Florida, Pennsylvania e Ohio, con cui dà per scontato che i dem perderanno la maggioranza.

Donald Trump (Getty Images)

«Lo stile di vita dell’Iowa è sotto assedio. Dobbiamo porre fine alla tirannia dei liberal che tolgono fondi alla polizia mentre noi li togliamo ai cartelli della droga», ha aggiunto prima di denunciare la politica delle «frontiere aperte» che, ha accusato, «sta facendo aumentare il crimine in modo esponenziale».