Covid, come cambiano le restrizioni in Europa

Redazione
22/01/2022

In Irlanda cadono quasi tutte. Nel Regno Unito, Johnson annuncia la revoca del Green Pass. In Francia dal 2 febbraio via le mascherine all'aperto.

Covid, come cambiano le restrizioni in Europa

La variante Omicron è ormai dominante in tutta Europa, ma fa meno paura della Delta. I contagi sono molti, ma con il vaccino la percentuali di positivi ricoverati risulta molto bassa. Mentre in Italia è stata varata un’altra stretta sul Green Pass, buona parte del Vecchio Continente ha iniziato ad allentare le restrizioni anti-Covid, per un ritorno alla normalità: ecco costa sta succedendo in Irlanda, Regno Unito, Francia e Spagna.

Covid, nel Regno Unito revocato il Green Pass

Giovedì scorso, Boris Johnson ha annunciato la revoca del Green Pass nel Regno Unito, così come la raccomandazione dello smart working e l’obbligo di mascherine ovunque, tutte misure adottato nel “plan B” contro Omicron. Il premier britannico ha motivato questa decisione con il calo di contagi dovuto al record di terze dosi booster dei vaccini. E da marzo, nel Regno Unito, potrebbe essere sospeso l’auto-isolamento per i positivi al Covid. «Tratteremo il Coronavirus come un’influenza», ha dichiarato Johnson.

Covid, come cambiano le restrizioni in Europa. In Irlanda cadono quasi tutte. Nel Regno Unito, Johnson annuncia la revoca del Green Pass.
Micheal Martin e Boris Johnson (Brian Lawless – WPA Pool/Getty Images)

Covid, in Irlanda abolite quasi tutte le restrizioni

L’Irlanda abolisce da oggi quasi tutte le restrizioni anti Covid. Passato il picco della variante Omicron, via Green Pass, distanziamento e chiusura obbligata di bar e ristoranti a mezzanotte. Da questo weekend, nei pub e ristoranti irlandesi si torna alla normalità e ai clienti non verrà più chiesta la certificazione verde. Stop anche ai limiti di spettatori agli eventi all’aperto e al chiuso. Da lunedì inoltre stop anche l’indicazione allo smart working, con graduale ritorno ai posti di lavoro. Resta l’obbligo di indossare le mascherine nei negozi, nelle scuole e sui mezzi pubblici almeno fino alla fine di febbraio, oltre all’autoisolamento per i contagiati con sintomi. «Abbiamo resistito alla tempesta Omicron», ha detto il premier Micheál Martin in un discorso alla nazione.

Covid, come cambiano le restrizioni in Europa. In Irlanda cadono quasi tutte. Nel Regno Unito, Johnson annuncia la revoca del Green Pass.
Il primo ministro francese Jean Castex in visita a un hub vaccinale (LOIC VENANCE/AFP via Getty Images)

Covid, in Francia stop alle mascherine all’aperto

In Francia, da lunedì 24 gennaio entra in vigore il Super Green Pass. Una misura apparentemente restrittiva, ma non è così, perché con il vaccino i francesi potranno vivere una vita più normale. Il primo ministro Jean Castex ha infatti reso noto il calendario della revoca delle restrizioni: dal 2 febbraio cadrà l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto e di smart working, mentre il 16 febbraio riapriranno le discoteche e sarà di nuovo possibile assistere ai concerti in piedi.

Covid, cosa cambia in Spagna e Svezia

Mentre l’Austria è passata all’obbligo vaccinale per i maggiorenni, un allentamento delle restrizioni si sta verificando in Spagna, il cui premier Sanchez ha avvertito che potrebbe esser arrivato il momento di monitorare la pandemia in modo diverso, più o meno come un’influenza. Cambiamenti anche in Svezia, che allenterà le regole della quarantena per il Covid: i positivi o coloro che vivono con un positivo dovranno isolarsi per 5 giorni e non più 7, mentre alcune categorie, come chi lavora nell’assistenza sanitaria e nella polizia, non dovrà mettersi in isolamento, anche se entrato in contatto con soggetti positivi.