Covid, i pediatri lanciano l’allarme: triplicati i ricoveri di bambini tra 5 e 11 anni

Redazione
24/01/2022

La Società italiana di pediatria lancia l'allarme: 400 i ricoveri nella fascia d'età che ad oggi risulta essere la meno vaccinata tra quelle possibili.

Covid, i pediatri lanciano l’allarme: triplicati i ricoveri di bambini tra 5 e 11 anni

I ricoveri di bambini tra 5 e 11 anni a causa del Covid sono triplicati in appena una settimana. Questo è quanto rivela la Società italiana di pediatria analizzando i dati dell’Istituto Superiore di Sanità. Si parla di un passaggio da 113 casi gravi a ben 400 in soli 7 giorni. Il presidente Sip, Annamaria Staiano, ha spiegato proprio che mentre il tasso d’incidenza sta rallentando, non è così nei bambini nella fascia d’età pediatrica. L’invito è alla vaccinazione.

Staiano: «Vaccino sicuro ed efficace»

Il presidente della Società italiana di pediatria vede nei vaccini la soluzione a questo vertiginoso incremento. Secondo i dati dell’ISS, infatti, 294mila sono state le nuove infezioni nella fascia d’età 0-19 anni. Tra queste, 834 sono culminate con ospedalizzazioni, 13 con ricoveri in terapia intensiva e una con un decesso. Su 834 ricoveri, spiega Annamaria Staiano, «400 sono state registrate nei bambini tra 5 e 11 anni». Poi, l’appello a ricorrere a un vaccino che è «sicuro ed efficace».

Covid, i pediatri lanciano l'allarme: triplicati i ricoveri di bambini tra 5 e 11 anni. La Società Italiana di pediatria invita alla vaccinazione
Annamaria Staiano (Youtube)

Rocco Russo: «Esortiamo i genitori alla vaccinazione dei figli»

Rincara la dose anche Rocco Russo, responsabile tavolo tecnico vaccinazioni della Sip. Per lui bisogna esortare «i genitori dei più di 2 milioni e mezzo di bambini che non hanno ancora ricevuto alcuna protezione ad iniziare al più presto il ciclo vaccinale per il loro figli, cosi come ricordiamo ai genitori dei bambini immunizzati con la prima dose l’importanza di completare nei tempi previsti il ciclo vaccinale in maniera tale da offrire ai propri figli la più ampia protezione nei confronti del virus pandemico».

Per Agenas i ricoveri restano stabili

Mentre aumenta il dato relativo ai ricoveri nella fascia pediatrica, il tasso di occupazione di reparti ospedalieri e terapie intensive resta stabile in Italia. A rivelarlo è Agenas, secondo cui i primi confermano un’occupazione del 30 per cento e le seconde del 17 in tutto il paese. I ricoverati giornalieri, nei dati aggiornati fino a ieri, è cresciuto in 11 Regioni pur mantenendo la percentuale nazionale. Si parla di Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Sardegna, Sicilia, Valle d’Aosta e le province autonome di Bolzano e Trento. Diminuita, invece, in Lombardia, Marche e Toscana.

Covid, i pediatri lanciano l'allarme: triplicati i ricoveri di bambini tra 5 e 11 anni. La Società Italiana di pediatria invita alla vaccinazione
Terapia intensiva (Getty)