Covid Italia, il bollettino del 3 settembre 2022

Redazione
03/09/2022

I nuovi casi sono 17.668, 48 le vittime. Il tasso di positività scende all'11,6 per cento.

Covid Italia, il bollettino del 3 settembre 2022

Secondo il bollettino Covid del 3 settembre diffuso dal ministero della Salute, nelle ultime 24 ore i nuovi casi nel nostro Paese sono stati 17.668 contro i 19.160 di ieri venerdì 2 settembre, in netto calo rispetto ai 21.805 di sabato scorso. Sono stati processati 152.452 tamponi (ieri erano stati 158.970) con un tasso di positività dell’11,6 per cento. I morti oggi sono 48, ieri erano stati 91. Calano ancora i ricoveri in terapia intensiva (-7, mentre venerdì erano stati -12). Ora sono 188, 15 gli ingressi giornalieri. I ricoveri nei reparti ordinari sono invece calati di 189 unità, per un totale di 4.630.

Covid, i numeri totali: 608.181 attualmente positivi

Gli attualmente positivi del nostro Paese sono 608.181, 12.204 in meno di ieri. Dimessi e guariti sono 21.141.090 (+29.816) mentre il totale dei casi dall’inizio della pandemia è di 21.925.073. Il totale delle vittime da inizio pandemia passa invece a 175.802.

LEGGI ANCHE: L’Ema approva il vaccino contro Omicron

Iss, le reinfezioni rappresentano il 14 per cento dei casi totali

Nell’ultima settimana la percentuale di reinfezioni sul totale dei casi segnalati risulta in lieve aumento rispetto alla settimana precedente: 14 per cento contro il 12,9 per cento. Lo ha rilevato l’Istituto superiore di Sanità nel report sul monitoraggio settimanale della pandemia di Covid in Italia. In totale dal 24 agosto dello scorso anno al 31 agosto 2022 sono stati segnalati 1.028.469 casi di reinfezione, pari al 5,9 per cento del totale dei casi notificati nello stesso periodo.

Centaurus non resiste agli anticorpi più di Omicron 5

Notizie rassicuranti arrivano da uno studio svedese secondo cui la sottovariante di Omicron BA.2.75 ribattezzata Centaurus non sarebbe più resistente ai nostri anticorpi della Omicron 5, attualmente dominante. È quanto emerge da uno studio del Karolinska Institutet pubblicato sul Lancet infectious diseases.