Covid Italia, il bollettino del 26 gennaio: altri 426 decessi, 167mila i nuovi casi

Redazione
26/01/2022

Ancora alto il numero dei decessi, mentre scende quello dei guariti. Calano i ricoveri mentre aumenta la percentuale di vaccinati.

Covid Italia, il bollettino del 26 gennaio: altri 426 decessi, 167mila i nuovi casi

Scendono i casi di nuovi contagi da Covid nell’arco delle ultime 24 ore. Rispetto a ieri, quando sono stati 186.740 i nuovi positivi, i casi registrati nel bollettino giornaliero diffuso da ministero della Salute e Protezione Civile sono 167.206. Un calo che va di pari passo a quello dei tamponi processati, passato da 1.397.245 a 1.097.287. Tornano, però, a essere più i nuovi casi dei guariti, che oggi sono soltanto 139.421 dopo l’ottimo risultato di ieri (231.500). Anche oggi le vittime superano le 400 unità: 426 contro 468 registrati ieri. Calano i ricoverati negli ospedali: -62 nei reparti Covid, -26 nelle terapie intensive. Questo è il dato più incoraggiante per quanto riguarda i numeri odierni.

Covid Italia, il bollettino del 26 gennaio: altri 426 decessi, 167mila i nuovi casi. Diminuiscono i pazienti ricoverati in ospedale
Un’operatore in un reparto Covid (Getty)

Covid Italia: i numeri totali

Risale, anche se di poco, il numero di positivi complessivamente impegnato a fronteggiare il virus del Covid in Italia. Si parla di 2.716.581 persone. Il totale da quando è iniziata la pandemia, cioè dal febbraio 2020, è di 10.383.561 casi nel paese. La crescita odierna è dell’1,64 per cento. Il conto dei decessi sale a 144.770, mentre quello dei dimessi o guariti è di 7.522.210. Scendono nel complesso i ricoverati. Ad oggi occupano letti di ospedale a causa del virus 21.666 italiani. Tra questi, sono 1.665 i malati gravi, attualmente in terapia intensiva.

Covid Italia: i dati sui vaccini

Anche ieri, martedì 25 gennaio, si è mantenuto il trend di inizio settimana. Oltre mezzo milione le somministrazioni di vaccini anti Covid nel paese. Sono state 533.585, di cui 1.596 monodose, 38.446 prime, 62.234 seconde e 431.309 terze. Il conto totale delle dosi somministrate durante tutta la campagna vaccinale è di 125.248.624. Cresce vistosamente e a grande velocità la percentuale di popolazione che ha ricevuto la terza dose, oggi arrivata al 52,55 per cento. L’80,08 per cento degli italiani maggiorenni ha completato il ciclo vaccinale, il 4,10 attende la seconda dose. Considerando gli over 12, la percentuale di chi ha ricevuto due dosi di vaccino sale fino all’87,26, mentre quella di chi è parzialmente immunizzato cresce e tocca il 90,37 per cento.

Covid Italia, il bollettino del 26 gennaio: altri 426 decessi, 167mila i nuovi casi. Diminuiscono i pazienti ricoverati in ospedale
La preparazione di una dose di vaccino (Getty)