Covid Italia, il bollettino del 2 febbraio: 118.994 nuovi casi e 395 morti

Matteo Innocenti
02/02/2022

In calo le terapie intensive (-25), così come i ricoveri ordinari (-323). «I dati sulle vaccinazioni sono molto incoraggianti. Vogliamo un Italia sempre più aperta, soprattutto per i nostri ragazzi», ha detto il premier Draghi in apertura del Consiglio dei Ministri.

Covid Italia, il bollettino del 2 febbraio: 118.994 nuovi casi e 395 morti

Sono 118.994 i nuovi casi di positività al Covid registrati in Italia il 2 febbraio. 964.521 i tamponi processati, per un tasso di positività del 12,3 per cento. 395 i decessi, mentre ieri erano stati 427. In calo le terapie intensive (-25), così come i ricoveri ordinari (-323). Tutto questo mentre la campagna vaccinale sta proseguendo a pieno ritmo. Considerando prime dosi e guariti, quasi il 93 per cento degli italiani ha copertura contro il virus. Lo ha sottolineato il generale Francesco Figliuolo, commissario straordinario per la campagna di contenimento e contrasto alla pandemia, in visita a Beirut. Sulla stessa lunghezza d’onda il premier Mario Draghi: «I dati sulle vaccinazioni sono molto incoraggianti. Vogliamo un Italia sempre più aperta, soprattutto per i nostri ragazzi», ha detto in apertura del Consiglio dei Ministri, annunciando un graduale superamento delle restrizioni.

Covid Italia, il bollettino del 2 febbraio. Nuovi positivi, ricoveri e morti. I dati relativi alla pandemia di Coronavirus.
Covid, in calo le terapie intensive (-25), così come i ricoveri ordinari (-323)(ANDREAS SOLARO/AFP via Getty Images)

Covid, i dati di Fiaso sui ricoveri

Come evidenziato dalla Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere nel suo report settimanale, il totale dei ricoverati Covid scende del 3,3 per cento tra gli adulti ed è sostanzialmente stabile tra i bambini. Il decremento riguarda sia i reparti ordinari che le terapia intensiva. Nell’ultima settimana, evidenzia Fiaso, negli ospedali sono diminuiti i  ricoverati “Per Covid” mentre aumentano i pazienti “Con Covid”, ovvero ricoverati per altre patologie e che risultano positivi. In particolare, nei reparti ordinari i pazienti ricoverati “con” sono il 37 per cento del totale (rispetto al 35 per cento della scorsa settimana) . Nei reparti di intensiva, invece, i pazienti “con Covid” sono il 16 per cento (erano l’8 per cento la scorsa settimana). I ricoverati “per Covid”, in calo, sono il 63 per cento nei reparti ordinari (erano il 65 per cento) e l’84 per cento nelle intensive (erano il 92 per cento). Secondo Agenas, nelle ultime 24 ore il dato relativo ai ricoveri in terapia intensiva è in calo in 11 regioni.

Covid Italia, il bollettino del 2 febbraio. Nuovi positivi, ricoveri e morti. I dati relativi alla pandemia di Coronavirus.
Covid, in Italia il 93 per cento della popolazione è coperta contro il virus (MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

Covid, Green Pass illimitato per chi ha la dose booster

Chi ha fatto la dose booster di vaccino e i guariti con due dosi di vaccino avranno il Super Green Pass illimitato.  Questo l’orientamento, secondo quanto si apprende, che sarebbe emerso nel corso della cabina di regia prima del Consiglio dei Ministri che dovrà varare le nuove regole anti Covid. Altro cambiamento importante e possibile in vista: nelle zone rosse varranno per i vaccinati con dose booster le regole di zone bianche, gialle e arancioni e quindi per loro non scatterà il lockdown. Si va anche verso la didattica a distanza per cinque giorni, se nelle classi dei bambini under 6 ci sono più di cinque positivi al Covid. A partire dalle scuole elementari, gli studenti vaccinati non andranno più in Dad.