Covid, cosa contiene il nuovo decreto

Redazione
28/01/2022

Dalla durata del green pass per chi ha ricevuto la terza dose alle regole per gli alunni delle scuole, passando per i colori delle Regioni e il conto dei ricoveri: ecco quali saranno le nuove norme dalla prossima settimana.

Covid, cosa contiene il nuovo decreto

Anche l’Italia, come fatto già nei giorni scorsi da alcuni paesi europei, si prepara ad allentare le misure anti-Covid. Dopo le richieste delle Regioni e i quotidiani incontri tra i vertici dei vari ministeri, la prossima settimana potrebbe arrivare un nuovo decreto Covid, in cui saranno inserite svariate modifiche alle norme attuali. Le ipotesi avanzate riguardano il sistema a colori, ma anche due degli argomenti centrali degli ultimi giorni: la durata del green pass e le regole per le scuole. Ecco cosa potrebbe contenere.

Regioni, via ai colori: distinzione su due livelli

Il superamento del sistema dei colori per monitorare il grado di rischio delle diverse Regioni è stata una delle prime richieste avanzate al Governo dai vari presidenti. Sembra però che all’interno del prossimo decreto non ci sarà una totale cancellazione del sistema, ma soltanto una rimodulazione su due livelli. Resterà la zona rossa per esprimere il grado massimo di rischio, mentre tutti gli altri colori saranno accorpati. Bisognerà capire quali saranno le restrizioni per chi ha il green pass rinforzato e per chi, invece, non si è ancora vaccinato.

Covid, cambia il conto dei ricoveri

Un’altra delle questioni sempre più spesso al centro del dibattito sull’evoluzione del Covid riguarda il bollettino quotidiano. Nello specifico, sono i dati relativi ai ricoveri a far storcere il naso a Regioni e ad alcuni virologi. Si punta a un cambio di metodologia. Se oggi tutti i ricoverati che risultino essere positivi al Covid vengono inserito nel conto generale, nel prossimo decreto potrebbe essere inserito un aggiornamento. In tal senso, i pazienti asintomatici, ricoverati per altre patologie, resterebbero in isolamento ma non sarebbero conteggiati come ricoveri causati dal virus.

Scuola: tante novità per gli studenti

Resta la scuola, però, ciò su cui si scontrano maggiormente Governo e Regioni. Queste ultime hanno parlato, nel documento con cui hanno presentato le proprie richieste, di una soluzione che prevedesse lezioni in presenza anche per i positivi asintomatici. La strada del nuovo decreto non sembra essere questa. Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, ha spiegato che «Nei casi di positività che fanno scattare la Dad i ragazzi si intendono in autosorveglianza e non più in quarantena». A questo si aggiungerà la possibilità di evitare la dad per gli studenti delle elementari vaccinati, così come il ritorno in classe dei guariti vaccinati con il solo tampone, quindi senza certificato medico. Potrebbe essere snellito anche il tracciamento e ridimensionato «la quarantena, soprattutto per i più piccoli, perché dieci giorni sono troppi», ha spiegato la sottosegretaria all’Istruzione, Barbara Floridia.

Covid, cosa contiene il nuovo decreto. Il Governo pronto al cambio di regole dalla prossima settimana: modifiche a green pass, scuole e colori
Una classe durante una lezione (Getty)

Green pass: niente scadenza per chi ha la terza dose

Già nei giorni scorsi era filtrata quella che sarà, si presume, la norma principale in chiave green pass. La scadenza dopo sei mesi sarà tolta per chi ha ricevuto la terza dose di vaccino anti Covid. Così facendo si risolverebbe il problema che a breve potrebbe avere chi ha ricevuto la booster già a metà settembre, con la certificazione in scadenza, quindi, a metà marzo.

Mascherine all’aperto: si va verso la proroga

Un’altra delle norme previste nel nuovo decreto riguarda l’obbligo, molto discusso, di mascherine all’aperto. Pare che il Governo sia intenzionato a prorogarlo, anche in zona bianca.

Covid, cosa contiene il nuovo decreto. Il Governo pronto al cambio di regole dalla prossima settimana: modifiche a green pass, scuole e colori
Tre persone indossano la mascherina FFP2 all’esterno (Getty)