Coronavirus, l’antivirale Merck funziona contro le varianti

Redazione
29/09/2021

Il farmaco inibisce lo sviluppo delle complicazioni. Viene somministrato sotto forma di pillola e deve essere assunto entro 5 giorni

Coronavirus, l’antivirale Merck funziona contro le varianti

L’antivirale contro il Covid-19 sviluppato dalla casa farmaceutica Merck, il Molnupiravir, inibisce la maggior parte delle principali varianti del Coronavirus, inclusa la Delta, secondo i primi dati dei test presentati dalla compagnia. Si tratta, scrive Bloomberg, dei risultati di test in laboratorio in cui l’antivirale è stato messo alla prova contro le varianti in coltura. Saranno necessari ulteriori trial su volontari per confermare i risultati.

Merck protegge dalla variante Delta: le dichiarazioni dell’azienda

«È un risultato ottimo, perché ci da fiducia che possa funzionare per tutte le varianti e anche per quelle potenzialmente a venire», ha detto Jay Grobler, direttore esecutivo delle scoperte biologiche alla Merck. Il molnupiravir, da assumere sotto forma di pillola, è nella fase tre del trial che si concluderà a novembre. E’ stato sviluppato per curare i pazienti non ricoverati con sintomi da cinque o meno giorni che siano a rischio di infezioni gravi.

I vaccini proteggono dalle varianti: lo studio inglese

I vaccini sono efficaci anche contro il cosiddetto Long Covid. Un recente studio realizzato dai ricercatori del King’s College di Londra ha analizzato gli effetti del vaccino sulle persone che sviluppano i sintomi della malattia in maniera meno violenta, ma più persistente per un periodo che va dalle 2 alle 4 settimane.

I vaccini contro le varianti: i risultati dello studio

Secondo il report la doppia dose di vaccino dimezza la probabilità di contrarre il Covid lungo, forma infettiva che colpisce il 20% della popolazione che si ammala di coronavirus. La maggior parte della gente infettata, infatti, guarisce dopo 2 settimane dalla sindrome respiratoria acuta; quel 20% invece sembra contrarre il virus in maniera meno acuta, ma più persistente con l’effetto di logorare il corpo a lungo termine. I ricercatori inglesi – il cui lavoro è stato pubblicato su The Lancet Infectious Diseases – affermano che le vaccinazioni oltre a salvare la vita di chi contrae il virus in maniera acuta aiuta a lenire gli effetti del Covid lungo.