I contributi pubblici assegnati ai giornali per il 2021

Redazione
27/07/2022

In testa c’è il quotidiano in lingua tedesca Dolomiten. Seguono Famiglia Cristiana e Libero. I primi 15 ricevono circa 25 milioni di euro (per la prima rata).

I contributi pubblici assegnati ai giornali per il 2021

Il Dipartimento per l’informazione e per l’editoria del governo italiano ha reso noto l’elenco dei giornali (quotidiani e periodici) a cui è stato riconosciuto per il 2021 il diritto al “contributo alla stampa”, ovvero la quota di finanziamento pubblico che la legge prevede per le testate pubblicate da cooperative di giornalisti o da società senza fini di lucro, o che siano espressione di minoranze linguistiche. In testa alla classifica c’è proprio una pubblicazione di questo tipo. Si tratta di Dolomiten, il quotidiano in lingua tedesca più antico e più letto dell’Alto Adige, che ha ricevuto 3.088.498 euro: fondato nel 1882 come Der Tiroler, porta il nome attuale ed esce dal lunedì al sabato.

I contributi pubblici assegnati ai giornali per il 2021. In testa il quotidiano in lingua tedesca Dolomiten. Poi Famiglia Cristiana e Libero.
Una prima pagina di Dolomiten.

Contributi pubblici per i giornali: in testa Dolomiten, Famiglia Cristiana e Libero

I contributi sono attribuiti in base a una serie di calcoli che tengono conto dei costi sostenuti dal giornale e della sua diffusione: vengono erogati in due rate successive e pagata adesso è la prima relativa al 2021. Dopo Dolomiten, al secondo posto c’è Famiglia Cristiana, con esattamente 3 milioni. Sul gradino più basso del podio c’è Libero (2.733.555 euro). Seguono Avvenire (2.711.246), ItaliaOggi (2.031.266) e Gazzetta del Sud (1.868.618), giornale della Calabria e della provincia di Messina (dove ha sede), che fino alla prima rata del 2020 non riceveva contributi pubblici. L’editore è Società Editrice Siciliana, proprietaria anche del Giornale di Sicilia, che però non riceve contributi. Sempre a proposito di Mezzogiorno, al settimo posto c’è Il Quotidiano del Sud (1.848.080). Seguono Il manifesto (1.552.583), Corriere Romagna (1.109.178) e Cronacaqui.it (1.103.650).

I contributi pubblici assegnati ai giornali per il 2021. In testa il quotidiano in lingua tedesca Dolomiten. Poi Famiglia Cristiana e Libero.
Contributi pubblici 2021, al secondo posto tra i giornali c’è Famiglia Cristiana.

Contributi pubblici per i giornali, Il Foglio appena fuori dalla top ten

Appena fuori dalla top ten Il Foglio, con 933.228 euro, seguito da un altro quotidiano espressione di una minoranza linguistica, quella slovena: Primorski dnevnik, pubblicato a Trieste (833.334). Al 13esimo posto c’è Editoriale Oggi (814.966), poi Il Cittadino (712.049) e Cronache di (629.978), pubblicato da Libra editrice. Importante poi anche il contributo pubblico ricevuto da Neue Südtiroler Tageszeitung, altro quotidiano in lingua tedesca, pubblicato nella provincia autonoma di Bolzano: più di mezzo milione di euro.