«Coatto antico», la canzone del 1998 dedicata a Giorgia Meloni

Annarita Faggioni
25/08/2022

La canzone nata da un gruppo di estrema destra chiamato Aurora.

«Coatto antico», la canzone del 1998 dedicata a Giorgia Meloni

«Coatto Antico» è una canzone che sta spopolando sui social per la dedica a Giorgia Meloni. Secondo i detrattori, la canzone composta nel 1998 da un gruppo di estrema destra, gli Aurora, sarebbe perfetta per la leader di Fratelli d’Italia.

«Coatto Antico» e la dedica a Giorgia Meloni

La canzone metterebbe in evidenza alcune caratteristiche della leader, che sarebbe anche citata all’interno del testo. Non si tratta, però, dell’unico sfottò da social e non è solo la Meloni a essere al centro di questi video che diventano virali.

Coatto antico è una canzone del 1998 che ora trova nuova popolarità sui social con la dedica a Giorgia Meloni.
Giorgia Meloni

Su TikTok girano dei video dove gli utenti si mostrano in vestiti o atteggiamenti medioevali, dichiarando che quella sarà la modalità con cui si vivrà se la candidata del centrodestra vincerà le elezioni. In realtà, tutti i partiti sono in qualche modo sbeffeggiati sul Web e non mancano i commenti tra i militanti dei rispettivi schieramenti.

Il testo della canzone

Ecco il testo della canzone che sta spopolando sui social:

Coatto antico è una canzone del 1998 che ora trova nuova popolarità sui social con la dedica a Giorgia Meloni.
Giorgia Meloni

Coatto antico in un corpo da bambina

Ce tieni in un coro grosso e na mente fina

Coatto antico dici troppe parolacce

Ma quanta grazia con il trucco e con le trecce

Coatto antico ma quanto quanto sei coatto

Anche se hai quegli occhi da cerbiatto

Mi guardi e sorridi con i tuoi occhioni

Ma quando serve c’hai i coglioni quadri

Mi piaci così coatto antico come sei

Parli come magni e nun fai piagniste

Mi piaci perché sei tutta d’un pezzo

E te ingrugni con chi ti sta sul cazzo

Coatto antico ma quanto poi esse rozza

Quando ridi a squarciagola e sei sbronza

Quando alla tv ti incazzi con Santoro

E degli studenti porti la coron d’alloro

Coatto antico ho votato i tuoi Meloni

Perché so che sei brava a rompe li cojoni

A tutti quei potenti ministri e papponi

Che non so proprio boni a guidà le istituzioni

Coatto antico vieni dalla Garbatella

Borgatara ignorante ma di presenza bella

Coatto antico in un corpo da bambina

di questo povero cuore tu sei la rovina

Coatto antico in un corpo da bambina

Senza di te sto movimento va in rovina

Coatto antico in un corpo da bambina

Ai tuoi studenti ignoranza rara infondi.