Chi è Aileen Getty, ereditiera del petrolio che finanzia gli attivisti per il clima

Redazione
02/11/2022

Il nonno è stato l’uomo più ricco del mondo, lei per qualche anno la nuora di Liz Taylor. Chi è Aileen Getty, ereditiera del petrolio che finanzia gli attivisti "imbrattatori" ed è in prima linea nella difesa dell'ambiente.

Chi è Aileen Getty, ereditiera del petrolio che finanzia gli attivisti per il clima

Da I girasoli di Van Gogh fino a La ragazza con l’orecchino di perla di Vermeer, solo per citare i due esempi più celebri e recenti: è ormai un dato di fatto che le opere d’arte siano nel mirino dei membri di Just Stop Oil, collettivo di attivisti climatici “imbrattatori” che sta moltiplicando le azioni dimostrative. Erede di Extinction Rebellion e anch’esso creato da Roger Hallam, già mente di Insulate Britain, il movimento gode di importanti finanziamenti da parte di associazioni che operano nel settore della green economy: tra esse il Climate Emergency Fund, fondo istituito da Aileen Getty, ereditiera di una dinastia legata al petrolio che avrebbe donato un milione di dollari del suo patrimonio personale a Just Stop Oil.

Chi è la 65enne Aileen Getty, ereditiera del petrolio che finanzia gli attivisti per il clima di Just Stop Oil.
La filantropa statunitense Aileen Getty (Getty Images)

Suo nonno era l’uomo più ricco del mondo

Aileen Getty, 65 anni, è nipote di Jean Paul Getty, magnate del petrolio (nonché fondatore del Getty Museum di Los Angeles) che nel 1942 fondò la Getty Oil. Attorno alla metà degli Anni 60 la compagnia petrolifera raggiunse il massimo successo, al punto che il nonno diventò (almeno secondo il Guinness dei primati) l’uomo più ricco del mondo. Aileen Getty non ha mai lavorato in prima persona nell’industria petrolifera, investendo gran parte della sua eredità in iniziative filantropiche per contrastare la crisi climatica. In un articolo pubblicato sul Guardian ha dichiarato: «La mia famiglia ha venduto questa azienda 40 anni fa (Getty Oil fu acquistata nel 1984 da Texaco, ndr) e io ho giurato di usare le mie risorse per prendere tutte le misure necessarie per proteggere la vita sulla Terra».

Per sei anni è stata nuora di Liz Taylor

All’inizio degli Anni 80 il nome di Aileen Getty iniziò a circolare sui tabloid quando sposò Christopher Wilding, secondogenito di Liz Taylor. Il loro matrimonio durò dal 1981 al 1987: due anni prima aveva confessato al marito di aver contratto l’Hiv in occasione di una relazione extraconiugale. Rimasta comunque in ottimi rapporti con l’ex suocera, l’ereditiera rivelò pubblicamente di essere sieropositiva nel 1991, una delle prime celebs a farlo. Prima dell’impegno a favore del clima, Aileen Getty aveva donato fondi a favore della ricerca contro l’Aids, contro la lotta povertà a Los Angeles, al finanziamento di un programma per i giovani del Medio Oriente, alla protezione degli animali nel mondo. E ha fatto notizia per le compravendite di lussuose residenze nei quartieri esclusivi di Hollywood e Malibu (tra le sue clienti la cantante Katy Perry). È inoltre co-fondatrice di Sprout, catena di ristoranti di Los Angeles.

Chi è la 65enne Aileen Getty, ereditiera del petrolio che finanzia gli attivisti per il clima di Just Stop Oil.
Aileen Getty durante una manifestazione ambientalista (Getty Images)

Il fratello sequestrato dalla ‘ndrangheta

Aileen Getty ha raccontato personalmente della sua lunga dipendenza dalla cocaina. Un problema, quello della dipendenza da sostanze stupefacenti, patito anche dal padre John Paul Getty Jr., accanito consumatore di eroina, così come dal fratello John Paul Getty III, che nel 1981 a seguito di un ictus provocato dall’assunzione di una miscela a base di metadone, alcol e valium, rimase paralizzato e quasi cieco. Otto anni prima, il fratello di Aileen fu sequestrato in Italia dalla ‘ndrangheta, che chiese il pagamento di un riscatto al facoltosissimo nonno. Il quale rifiutò: «Ho altri 14 nipoti e se tiro fuori anche un solo centesimo avrò 14 nipoti sequestrati», disse Paul Getty, che poi tornò sui suoi passi quando i rapitori gli fecero pervenire l’orecchio mozzato del nipote.