Casini e la sua maratona Quirinale su Instagram

Matteo Innocenti
29/01/2022

L'ex presidente della Camera in questi giorni ha postato foto emblematiche su Instagram. Dall'immagine di lui politico 19enne alla stretta di mano con Mattarella. Cronaca forse di un sogno sfumato.

Casini e la sua maratona Quirinale su Instagram

Pier Ferdinando Casini forse per una manciata d’ore ha davvero creduto di poter fare i bagagli con destinazione Quirinale. E invece niente da fare: al Colle rimane Sergio Mattarella, che già si preparava a traslocare altrove.

Pier Ferdinando Casini, un sogno chiamato Quirinale

In settimana, l’ex presidente della Camera in parlamento da ben 38 anni, aveva postato su Instagram una foto di sé stesso 19enne, scattata sul palco di un convegno del movimento giovanile della Democrazia Cristiana, corredata dal commento: «La passione politica è la mia vita!!». Un’immagine che a molti è sembrata una sorta di promemoria per i colleghi grandi elettori e che è stata letta come una tacita ammissione di essere in corsa per la prima carica dello Stato.

 

Solo stamattina, quando l’ipotesi di una sua candidatura si era fatta più insistente, con Italia Viva e i centristi pronti a sostenerlo, Casini aveva messo in chiaro: «Il mio nome può essere sul tavolo solo se rappresenta un momento di unità e di convergenza. L’Italia viene prima delle nostre ambizioni personali». Concetto poi ribadito sempre su Instagram dove aveva postato il tricolore e la frase: «Prima di noi viene l’Italia».

 

https://www.instagram.com/p/CZTuet0NX9m/

Infine la speranza (se mai c’è stata davvero) è sfumata piuttosto rapidamente e senza grandi sussulti. È stata ad esempio bruciata Casellati, non lui, che nemmeno si è avvicinato al falò del Quirinale. Così quando dopo la chiama numero sette è diventato chiaro che non se ne sarebbe usciti senza il Mattarella-bis, Casini ha postato su Instagram la foto della stretta di mano tra lui e Mattarella, più commento di giubilo: «Viva il Parlamento! Viva la Costituzione! Viva l’Italia!», accompagnato da tre tricolori intervallati da altrettanti cuoricini.