Britney Spears post sul dramma dell’ospedale psichiatrico: rinchiusa contro la sua volontà

Redazione
11/02/2022

Britney Spears racconta di essere stata chiusa dalla famiglia in un ospedale psichiatrico nel 2019 contro la sua volontà. Nel post sui social ricorda i terribili momenti trascorsi.

Britney Spears post sul dramma dell’ospedale psichiatrico: rinchiusa contro la sua volontà

Britney Spears nel 2019 è stata chiusa in un ospedale psichiatrico contro la sua volontà. Dopo 13 anni di silenzio, la pop star continua a rievocare terribili momenti del suo passato, spesso legati alla famiglia. In tribunale ha infatti più volte portato dei racconti terribili, legati a soprusi che i parenti avrebbero fatto a suo danno. L’ultimo post della pop star è un lungo sfogo nel quale Britney Spears rammenta i momenti trascorsi nel centro di cura mentale.

Britney Spears chiusa in un ospedale psichiatrico contro la sua volontà

La famiglia di Britney Spears nel 2019 raccontò ai fan che la pop star aveva deciso di prendersi una pausa per via delle gravi condizioni in cui verteva il padre, decidendo perciò di annullare la residency Domination. In realtà, stando a quanto ha raccontando la stella del pop, Spears si trovava in un centro psichiatrico contro la sua volontà.

Britney Spears racconta di essere stata chiusa dalla famiglia in un ospedale psichiatrico nel 2019 contro la sua volontà: il post sui social
Britney Spears ospedale psichiatrico

“Sarò onesta, la persona più dura nei miei confronti sono io stessa, quindi posso avere un allenatore e fare le cose base, ma le uniche volte io mi spacco davvero è quando decido in prima persona di dedicarmi a fare qualcosa che voglio! Questo è ciò che la depressione può impedirti di fare…questo è il motivo per il quale la mia famiglia ha fatto quello che ha fatto…tenendomi in ostaggio contro il mio volere…che loro sostengono fosse AIUTO! No, io credo nell’aiuto ma non in quello non richiesto. Onestamente l’unica cosa preoccupante di me è la mia depressione, ma non si portano via le persone dalla loro casa per questo! In quel centro c’era un’infermiera diversa ogni giorno che mi guardava mentre mi cambiavo, non potevo avere una parola su nulla, quell’intera esperienza di quattro mesi ha amplificato la mia depressione di cento volte”.

Britney Spears sull’ospedale psichiatrico: “In quel posto mi sono ammalata di più”

“Il motivo per cui ne sto parlando è per far sapere alle persone che a volte il sistema composto da dottori ed infermieri può essere alla base di un complotto. Questi complotti possono far stare peggio le persone in modo tale che gli aguzzini possano cavalcare l’onda e trarne profitto. Sono stata troppo gentile e carina durante la tutela e non ho mai parlato, ma sono andati oltre con me!

Britney Spears racconta di essere stata chiusa dalla famiglia in un ospedale psichiatrico nel 2019 contro la sua volontà: il post sui social
Britney Spears ospedale psichiatrico

Durante quest’esperienza ho capito che essere gentili è magnifico…ma a volte essere gentili non serve a nulla…non potevo arrabbiarmi, gridare. Zero!! Mi sentivo soffocare! Ad un certo punto ho pensato: “Aspetta, ho il cancro e non vogliono farmelo sapere, e questa è una sorta di terapia segreta per le persone che lo hanno?” Onestamente era folle il fatto di dover essere costantemente reperibile per sette persone diverse. Mi sono ammalata di più in quel posto, non potevo parlare, ero sotto effetto di dosi di litio, era demoralizzante, spaventoso! A volte in certe condizioni le persone devono soccombere alla violenza per sopravvivenza ed era quello il caso…volevo urlarlo a tutti, ma la mia famiglia faceva finta che non fosse chissà che”.

“Il gioco psicologico della mia stessa famiglia”

“Il danno maggiore che mi è stato arrecato è il gioco psicologico della mia STESSA famiglia che cercava di convincermi che era quello che mi stavano facendo fosse per il mio bene. “Scusaci, non possiamo aiutarti mentre ti fanno cose illegali.” Adesso avrei sputato loro in faccia… l’unico rimpianto della mia vita, dei mie interi 40 anni, è quello di non aver sputato loro in quella faccia di m***a che si ritrovano. Sono la prima ad ammettere di essere abbastanza sconvolta da tutto ciò e non sono nemmeno vicina a condividere tutto ciò che hanno fatto…è onestamente scioccante ma col tempo credo che le cose verranno svelate in modo più chiaro. So che devo fare ancora molta strada, ma procedo giorno per giorno un po’ alla volta. PSS rimango con i piedi per terra! Psss sogno ancora di sputare sulle loro facce di me***…TUTTO QUI”