Bonus facciate 2022, nuova circolare dell’Agenzia delle Entrate: cosa prevede

Virginia Cataldi
27/07/2022

Una nuova circolare dell'Agenzia delle Entrate chiarisce alcuni punti relativi al Bonus facciate 2022: ecco tutte le novità introdotte.

Bonus facciate 2022, nuova circolare dell’Agenzia delle Entrate: cosa prevede

L’Agenzia delle Entrate ha diffuso una nuova circolare per chiarire alcuni aspetti sul Bonus facciate 2022. In particolare modo si segnala la novità per cui l’AE applica la detrazione anche quando nella causale del bonifico non sono indicati i riferimenti normativi specifici. Ecco tutti i dettagli.

Bonus facciate 2022: le novità introdotte dall’ultima circolare

L’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti in merito al bonus facciate 2022 tramite la circolare n. 28/E del 25 luglio 2022. L’importante novità riguarda il via libera alla detrazione anche quando nella causale del bonifico non sono indicati i riferimenti normativi specifici. In questo caso infatti i richiedenti possono utilizzare i riferimenti già predisposti per l’Ecobonus o gli interventi di recupero del patrimonio edilizio.

Tramite la circolare n. 28/E del 25 luglio 2022, l’Agenzia delle Entrate ha anche chiarito che il pagamento degli interventi ammessi nel bonus facciate deve essere corrisposto tramite bonifico, bancario o postale, compreso quello online. Anche in questo caso, è possibile far uso dei format già predisposti dagli istituti di credito o dalle Poste per Ecobonus o interventi del recupero del patrimonio edilizio. Non è necessario indicare i riferimenti normativi specifici, ovvero l’art. 1, commi da 219 a 223, della legge 27 dicembre 2019, n. 160.

Una nuova circolare dell'Agenzia delle Entrate chiarisce alcuni punti relativi al Bonus facciate 2022: ecco tutte le novità introdotte.
Casa da restaurare (Pexels)

Inoltre, sono validi anche i bonifici effettuati tramite conti aperti presso gli “istituti di pagamento”. Infine, nella circolare, l’Agenzia delle Entrate ricorda la documentazione necessaria per beneficiare del bonus facciate. Bisogna presentare tra i vari documenti le fatture che provano le spese effettivamente sostenute e le ricevute del bonifico con cui è stato effettuato il pagamento.

Una nuova circolare dell'Agenzia delle Entrate chiarisce alcuni punti relativi al Bonus facciate 2022: ecco tutte le novità introdotte.
Strada con edifici (Pexels)

Requisiti per richiedere la detrazione

Il Bonus facciate, lo ricordiamo, è una detrazione dall’imposta lorda sulle spese relative a interventi per restaurare la facciata degli edifici. Introdotto dalle Legge di Bilancio 2020, in principio lo sconto era pari al 90%, mentre nel 2022 è sceso al 60%. Per poterne usufruire, i richiedenti devono presentare la documentazione relative alle spese sostenute per gli interventi di recupero. Rientrano tra questi anche la pulitura e la tinteggiatura esterna delle strutture.

I requisiti per richiedere la detrazione sono:

  • la visibilità delle facciate;
  • l’ubicazione degli edifici sottoposti all’intervento di recupero della facciata;
  • la percentuale di intonaco su cui intervenire.