Bollette del gas, il report: «Più di metà dei costi dovuti alla speculazione»

Claudio Vittozzi
09/08/2022

Il prezzo attuale ammonta a circa 192 euro per megawattora ma, secondo Nomisma, non dovrebbe superare i 35.

Bollette del gas, il report: «Più di metà dei costi dovuti alla speculazione»

Le bollette del gas sono sempre più care ma ciò che preoccupa è il fatto che non rispettano il reale prezzo della materia prima: secondo un report in merito al costo del gas, si evince che almeno la metà dei prezzi fotografati al mercato Ttf di Amsterdam sarebbero dovuti alla speculazione. Hedge Fund e Trader stanno “giocando” in questo mercato e di conseguenza il costo delle bollette del gas è elevatissimo.

Bollette del gas: ipotesi speculazione

Secondo i dati, il prezzo del gas, che all’8 agosto ammontava a circa 192 euro per megawattora, è inflazionato a livelli assurdi. Infatti, la materia prima ha in realtà un costo pari solo al 20% del valore che circola nei mercati europei. Secondo il presidente di Nomisma Energia Davide Tabarelli, il reale prezzo del gas da pagare in bolletta non dovrebbe superare i «35 euro per megawattora».

Perché quindi le bollette sono così elevate? Perché il mercato del gas è finito nelle mani della finanza speculativa che gioca sulle incertezza delle forniture provenienti dalla Russia e sui dubbi in Europa su come affrontare il freddo inverno in arrivo. Questo fa aumentare il prezzo finale della bolletta, creando un paradosso che ormai non è più sostenibile.

Una lieve parabola discendente ma aumenti in futuro

C’è da dire che, sempre l’8 agosto, il gas ha registrato una piccola diminuzione di prezzo rispetto all’andamento degli ultimi tempi. Infatti, il costo per megawattora si è allontanato, seppur di poco, dal valore di 200 euro. Si tratta comunque di un aumento elevato, specialmente se si considera che a luglio 2021 il costo per megawattora del gas era di circa 20 euro e che le bollette erano molto più economiche. Insomma, un aumento da capogiro che non può continuare.

Tuttavia, le previsioni non sono rosee. L’Iea, l’International Energy Agency, ha previsto che il prezzo dell’energia elettrica dovrebbe raddoppiare quest’inverno, specialmente viste le difficoltà di paesi come Germania e Francia. Seguendo lo stesso logaritmo, anche il prezzo del gas dovrebbe aumentare, arrivando a 400 euro per megawattora o addirittura a 700 euro per megawattora. Naturalmente, queste sono solo analisi future e non sono previsioni certe.