Già effettuata l’autopsia: indagini aperte

Secondo Blog Sicilia l’autopsia sarebbe già stata effettuata. La magistratura ha aperto le indagini per capire i motivi del decesso del piccolo. Manosperti ha aggiunto: «Non vediamo vie di fuga da questo incubo, vogliamo vivere il dolore insieme a casa in Italia, ma non sappiamo come fare. Mio cognato ha problemi renali e cardiaci, non si regge in piedi, ha l’ossigenazione a livello dell’80%. Vogliamo riportare tutti a casa, qualcuno ci aiuti. Per un volo privato i prezzi oscillano tra i 30 e i 35 mila euro. Facciamo quindi un appello alle istituzioni. Chiediamo aiuto a chiunque possa supportarci». Sembra che la Farnesina sia già al lavoro per riportarli a casa, non appena saranno dimessi.