Beppe Grillo, passivo pesante per il blog: «Senza pubblicità, sarà liquidazione»

Redazione
25/10/2021

Il passivo della società che si occupa della gestione del blog nel 2020 è stato di 12 mila euro. Senza un'inversione di tendenza nell'esercizio in corso, si procederà con la liquidazione.

Beppe Grillo, passivo pesante per il blog: «Senza pubblicità, sarà liquidazione»

Un passivo pesante. Oltre dodicimila euro, stando a quando si legge sul bilancio relativo al 2020. Complice la pandemia, non sono buone le acque in cui naviga la Beppegrillo Srl, società a responsabilità limitata a cui è affidata la gestione del blog del garante del Movimento 5 stelle. Una contrazione netta se si pensa che la società nel periodo precedente aveva chiuso in attivo di 65.753 euro. A riportare la notizia l’Adn Kronos, che oltre al bilancio ha preso visione dell’annessa relazione. In questa si legge: «L’andamento della gestione è stato fortemente influenzato dall’emergenza epidemiologica da Covid19». La precaria situazione sanitaria si è tradotta «in una drastica riduzione dei fruitori e dei clienti richiedenti pubblicità sul web». Sarebbe questo il motivo per cui, come si apprende dalla nota integrativa al bilancio, le aziende commerciali avrebbero «ridotto drasticamente i costi per la pubblicità».

Beppegrillo srl: nuovi contratti pubblicitari o liquidazione

L’obiettivo naturalmente è per il periodo compreso tra il 2021 e il 2022 «stipulare nuovi contratti pubblicitari». E se ciò non dovesse avvenire «la società verrà messa in liquidazione». Non è tutto, però, perché contestualmente si sono ridotti anche i depositi bancari. L’attivo circolante si è praticamente dimezzato, passato dai 54.464 euro del 2019 ai 27.436 euro attuali. Ammonta a 126.544 euro il patrimonio netto (139.001 nell’anno precedente), mentre i debiti complessivi sono di 12.206 euro. Come detto da una parte diminuiscono i ricavi relativi alle vendite e alle prestazioni – da 240.538 euro a 70.384 euro – dall’altro i costi di produzione passati da 151 mila euro a 70.384. Non finisce qui perché «per quanto riguarda i fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio», si fa notare che «a seguito della crisi epidemiologica, iniziata nel 2020 e ancora in atto, è stata notificata al cliente Moby Spa una richiesta di accordo per il rientro del credito vantato dalla Beppe Grillo Srl per 73.200 euro. In seguito a luglio 2021, il tribunale di Milano ha notificato l’apertura della procedura di concordato preventivo per la Moby Spa».