Avatar

Ulisse Spinnato Vega

battaglia in Anas per successione Simonini
Una corsa sul filo di l’Anas
Il caso Bonsignore ha impresso una accelerata all'uscita dell'ad Simonini. Una poltrona che fa gola a molti. E una bella gatta da pelare per Ferraris, n.1 di Ferrovie. In pole Granati e Soccodato. Ma la partita, tra manovre e vecchie ambizioni, è ancora aperta.
draghi e l'addio alla via della seta
Via dalla Seta
Accordi per 2,5 miliardi. Investimenti in porti e hub logistici. Partecipazioni societarie. Cosa resta del memorandum firmato con Pechino dai governi Conte e di fatto rinnegato da Draghi.
gelo tra m5s e Cingolani dopo la spartizione delle deleghe alle sottosegretarie
Cingolati
Cresce ancora la distanza tra il M5s e il superministro tecnico che piace a Grillo. Questa volta a irritare è la spartizione delle deleghe tra le due sottosegretarie. Alla leghista Gava sono andati i dossier pesanti legati al Pnrr, alla cinquestelle Fontana le grane.
maretta al mise tra Pichetto e Giorgetti
Pichetto d’onore
Di fronte al rischio che le nuove start-up innovative siano costrette a registrarsi dal notaio, il viceministro è andato su tutte le furie. Ed è arrivato a minacciare le dimissioni. Dal Mise assicurano che ora le acque si sono calmate. Resta però il problema di sanare 3.500 realtà.
cosa sta accadendo con i nuovi reclutamenti nella Pa
La Repubblica delle reclute
La Pa deve essere svecchiata e diventare più attrattiva per i giovani talenti. Lo impone anche il Pnrr. Ma di quante nuove figure ha bisogno lo Stato? Almeno 25 mila. E la stima è per difetto. Tra concorsi, chiamate dirette, stipendi non proprio esaltanti e baruffe ministeriali, luci e ombre sulle assunzioni.
cosa sta accadendo al Copasir
L’intelligence può attendere
Dopo le dimissioni del presidente Volpi e del collega leghista Arrigoni, il Copasir è diventato teatro dello scontro tra Salvini e Meloni. Ma sul tavolo del comitato ci sono dossier caldi: più dell'incontro Renzi-Mancini, la questione Becciu-Marogna. Il punto della situazione.
i dubbi sullo sblocco delle grandi opere e la nomina dei commissari
Si fa presto a dire Grandi opere
Il dossier riguarda solo marginalmente Pnrr e Recovery: la maggior parte dei progetti è finanziata da fondi ordinari. E il deficit di risorse rimane. Senza contare che dei 29 commissari nominati, uno è già in pensione e un altro si ritirerà a luglio. Tutti i dubbi sullo sblocco delle infrastrutture.
Nuovo Stadio della Roma: si ipotizza richiesta danni alla società giallorossa
Roma, ultimo Stadio
Dopo anni di grane amministrative, giudiziarie e finanziarie, ora dall’Assemblea capitolina arriva l’ipotesi di chiedere un risarcimento danni alla società giallorossa. La storia infinita del progetto.