Stefano Grazioli

Stefano Grazioli è nato a Sondrio nel 1969. Dopo la maturità classica al Liceo Piazzi ha studiato a Berlino e Milano, laureandosi in Scienze Politiche all'Università Cattolica. Dal 1993 ha lavorato in Germania per media italiani e tedeschi, prima di trasferirsi in Austria, dove nel 1999 ha conseguito il Master in European Journalism alla Donau Universität. Da oltre vent'anni si occupa di spazio postsovietico come autore freelance per testate italiane e straniere. Ha lavorato a Colonia, Vienna e Kiev. È autore di diversi saggi. Ora vive tra Bonn, Mosca e Sondrio.
cosa c'è dietro le accuse della polonia alla Russia sulla crisi dei migranti
Moscow mule
La Polonia accusa Putin di essere il burattinaio della crisi dei migranti innescata da Lukashenko con l'obiettivo di destabilizzare l'Ue. Che però non ha mai affrontato l'emergenza in modo strategico, se non pagando Erdogan o alzando muri. L'analisi.
elezioni in Bulgaria: scontro tra Borisov e Trifonov
Voto bulgaro
Senza governo e stremato dal Covid, per la terza volta in un anno il Paese torna alle urne. Il favorito è l'ex premier Borisov che dovrà vedersela con il produttore tv Trifonov, leader di Itn. Una sfida nel nome del populismo.
gli affari di Siegfried Wolf tra russia e austria
Il Kaiser e lo Zar
Manager nel settore della componentistica per auto, nel 2010 è entrato grazie all'oligarca Oleg Deripaska in Russian Maschines. Da allora gode di ottime entrature sia a Vienna che a Mosca. Affari e relazioni di Siegfried Wolf.
prodilo dell'oligarca Oleg Deripaska finito nel mirino del Fbi
Pecunia non Oleg
Cresciuto negli anni del turbocapitalismo di Yeltsin e diventato amico di Putin, Deripaska è riuscito a imporsi come re dell'alluminio in Russia e non solo. Dal 2018 però, come altri oligarchi, è finito sulla lista nera degli Usa. E ora anche del Fbi. Il profilo.
il totoministri di Scholz: tra i papabili ozdemir agli esteri
Cem posto per te
Il verde Özdemir, di origine turca, è in pole per il delicato ministero degli Esteri. Il liberale Lindner invece aspira alle Finanze. Mentre Baerbock pare destinata all'Ambiente. Il totoministri del futuro governo Scholz.
la storia della wagner e dell'academi le socetà di mercenari
I Re mitra
Yevgeny Prigozhin ed Erik Prince. Chi sono i "signori della guerra" a capo di due delle più grandi società di contractor al mondo: la russa Wagner e la statunitense Academi, erede di Blackwater.
il ruolo dell'uzbekistan nello scacchiere centroasiatico
L’utile uzbeko
La crisi afghana e l'ombra del terrorisimo hanno riportato Tashkent al centro del delicato puzzle centro-asiatico. Corteggiato dall'alleato russo e dalle cancellerie occidentali, il presidente Mirziyoyev può giocare su più tavoli massimizzando i vantaggi.
come funziona la politica energetica di Putin e la guerra del gas tra mosca e moldavia
Fredda guerra
La Russia usa da sempre il gas come arma politica. È accaduto con l'Ucraina e ora la storia si ripete con la Moldavia. Chisinau non riesce a rinnovare i contratti di fornitura e Mosca punta i piedi. Il Paese paga così il suo avvicinamento all'Occidente.
profilo di Mathias Döpfner, numero 1 di Axel Springer
Bonn in the Usa
Nato nella città che fu capitale della Germania Ovest, classe 1963, è entrato alla Welt come direttore alla fine degli Anni 90 fino a diventare erede dell'impero dell'editoria tedesco. Chi è Mathias Döpfner, il ceo che sorride a Washington.
In Repubblica Ceca, il premier uscente Andrei Babis cerca la rielezione: l'amicizia con Putin e gli affari loschi, chi è il "Berlusconi" ceco
Mosca Ceca
A Praga si vota per rinnovare il parlamento e nominare un nuovo premier. Quello uscente è Andrei Babis, il cui consenso è in calo. L'amicizia con Putin, i loschi affari e un rapporto oscuro con il figlio: chi è il primo ministro in cerca di rielezione.