Paolo Madron

Da Meloni a Conte, da Salvini a Letta: chi sono i vincitori e i vinti del voto
Primadonna
Tra i due sconfitti - Letta e Salvini - e i due vincitori - Meloni e Conte - B è un sopravvissuto. E ora è gregario della destra. Il M5s si impone come il vero terzo polo con buona pace di Calenda e Renzi azzoppati come il Pd dall'agenda Draghi. Come il voto ridisegna gli equilibri.
La paradossale e mesta fine del governo Draghi
Buio mesto
Dopo il gran premio degli errori, compresi quelli del premier, il governo Draghi è al capolinea. Si andrà alle urne già a ottobre, nonostante il contesto internazionale drammatico. Ma il voto è un esercizio di democrazia, e chi lo ha esorcizzato per troppo tempo forse adesso se ne pente.
l'ultima battaglia per Generali
I re Leone
Il corteggiamento è stato asfissiante. Ma alla fine i Benetton hanno deciso: nella battaglia per Generali si schiereranno con Caltagirone e Del Vecchio. Basterà ai due per vincere la sfida? L'annunciata massiccia partecipazione all'assemblea non li fa partire favoriti.
la corsa al Colle e la sconfitta dei leader di partito
Leadershit
L'eventuale Mattarella bis sarà anche una soluzione rassicurante, ma inchioda l'Italia alla condizione emergenziale. E soprattutto sancisce l'inconsistenza dei capi-partito.
Caltagirone lascia il CdA di Generali
Tavola Calta
Dietro il clamoroso addio del costruttore romano dal cda di Generali il timore del possibile concerto tra i soci e l'iscrizione nell'insider list del comitato strategico del gruppo triestino.
Del Vecchio, Donnet, Caltagirone: la battaglia per il controllo di Generali si avvicina all'epilogo
Prove Generali
Il cda del del 27 si avvicina. L'ad Donnet disponibile per un altro mandato. Caltagirone attacca e compra azioni. Mediobanca si chiama fuori. Del Vecchio più silente mentre suo figlio impalma la nipote di Vincenzo Maranghi. Pochi giorni ancora per decidere il futuro del più importante gruppo finanziario italiano.
del vecchio e caltagirone all'assalto di generali: occhi su mediobanca
Groviglio Generali
Del Vecchio e Caltagirone vogliono subito la testa dell'ad Donnet. Hanno le azioni, ma non la maggioranza nel cda del gruppo triestino. L'appoggio di Mediobanca è necessario, ma non scontato. Come invece il rischio di opa se piazzetta Cuccia si unisse ai due imprenditori.
caltagirone e del vecchio si prendono Mediobanca
Piazzetta a cuccia
Caltagirone e Del Vecchio conquistano Mediobanca. L'ad Alberto Nagel si arrende all'evidenza, nonostante il suo amico Lorenzo Pellicioli con cui ha sempre fatto fronte consigliasse di resistere. Ora per i nuovi padroni prendersi Generali è una passeggiata.
i piani con cui l'establishment di Milano vuole riprendersi il corriere della sera
Fondazione Corriere
Cairo è in difficoltà, la vicenda Blackstone incombe, e l'establishment milanese sotto la regia di Intesa sogna di riprendersi il giornale rispolverando un'idea che fu di Giovanni Bazoli.
prove di fusione Mediobanca Mediolanum
Idea: perché non ci sposiamo?
Mediobanca e Mediolanum stanno pensando alla possibile fusione. La prima ha bisogno di difendersi per non soccombere a Del Vecchio, l'azienda di Doris (e Berlusconi) potrebbe avere in futuro problemi di assetti.
Palenzona lascia aiscat in polemica con Bonomi
Scazzi in autostrada
Scintille in Confindustria. Fabrizio Palenzona lascia la guida di Aiscat in polemica con Carlo Bonomi. Il motivo? Il numero 1 di Viale dell'Astronomia ha rudemente eccepito sul fatto che fosse presidente da più mandati minacciando di commissariare l'associazione.