Marco Fraquelli

Strage di Buffalo: com'è nata la teoria della Grande sostituzione
L'ariano che tira
Il killer di Buffalo credeva nella Grande sostituzione. Teoria che da un secolo affascina l'estrema destra e non solo. Dai suprematisti Usa a Zemmour e Salvini, intellettuali e politici continuano a riproporla insieme al fantomatico Piano Kalergi in diverse varianti. Un excursus.
La mistificazione della propaganda russa su Svezia nazista
Pippi Calzebrune
La fascinazione di Bergman per Hitler durò il tempo di un comizio. Il fondatore di Ikea Kamprad bollò la sua militanza nera come un errore. La scrittrice Astrid Lindgreen temeva il nazismo quanto lo stalinismo. Mentre Gustavo V aiutò gli ebrei. Tutte le mistificazioni della propaganda russa contro la Svezia.
I punti deboli del partito di Giorgia Meloni
Fashion di combattimento
Con la tre giorni meneghina di FdI parte la campagna del Nord di Giorgia Meloni. Un modo per accreditarsi come leader capace di governare. Restano però i punti deboli di un partito che, come il Rn di Le Pen, è popolato da nostalgici, non ha una classe dirigente riconoscibile ed è marginale in Europa.
Il 26 gennaio decretata giornata nazionale degli alpini, ma la ritirata Nikolajewka per molti evoca gli spettri del fascismo
Penne nere
Polemiche sulla data scelta per celebrare gli alpini. Il 26 gennaio rievoca la disfatta di Nikolajewka dei nazifascisti contro l'Armata rossa. L'episodio si inserisce nell'Operazione Barbarossa: lanciata per invadere l'Unione sovietica, si lasciò dietro morte e violenze.
Jamie Wallis ha fatto coming out ed è il primo deputato trans nella storia del Parlamento britannico: la controversa storia dell'omosessualità tra i Tory
Trans(i)tory
Il coming out del deputato Jamie Wallis era stato preceduto da un'infelice battuta del premier Johnson. Il parlamentare, però, non è certo il primo gay tra i Tory. Dallo scandalo Sexminster ai casi di pedofilia, la storia dell'omosessualità tra i conservatori britannici.
grasso difende con gramellini in pensiero unico
Va, pensiero (unico)
Ogni domenica Aldo Grasso azzanna chi – a vario titolo e con varie argomentazioni – osa discostarsi dal mainstream sull'invasione russa. Gli altri giorni della settimana ci pensa Gramellini. Chissà se nei prossimi Padiglione Italia o Caffè leggeremo di Papa Francesco.
L'estrema destra anche italiana si spacca tra Kiev e Mosca
Di ogni guerra un fascio
L'invasione dell'Ucraina da parte di Putin spacca l'estrema destra italiana. E ne evidenzia le divergenze profonde tra chi sostiene lo zar, come Forza Nuova, e chi, invece, si schiera con Kiev come CasaPound.
Come è nato il sentimento anti russo in Ucraina
Punto nero
L'ostilità dell'Ucraina nei confronti della Russia ha radici antiche che affondano tra le due Guerre. Un anticomunismo che ha abbracciato posizioni filofasciste e filonaziste. Riproposte oggi da movimenti di estrema destra come il Pravy Sektor di Dmitry Yarosh.
tutti i figli segreti e non di mussolini
Milleduci
Si è spenta a 99 anni Elena Curti, figlia naturale del dittatore. Da Albino Benito a Glauco di Salle e Asvero Gravelli, chi sono i Mussolini illegittimi, segreti e sospetti.
Dal Regno Unito agli Stati Uniti, passando per Germania e Italia: ecco perché il 1972 è l'anno d'oro della musica rock
Cinquant’anni e sentirli tutti
Dal Regno Unito agli Stati Uniti. Da Machine Head dei Deep Purple ad Harvest di Neil Young. Il 1972 è l'anno d'oro della musica rock, che si evolve sperimentando sonorità nuove e scoprendo grandi artisti. Anche in Italia.
Giorgio Galli, il Frank Zappa della politologia, il film a un anno dalla scomparsa
Partiti e spartiti
A un anno dalla scomparsa di Giorgio Galli, avvenuta il 27 dicembre 2020, l'annuncio di un film che ripercorre vita, carriera e pensiero del grande politologo. Paragonato a Frank Zappa per la capacità di precorrere i tempi, fornendo costantemente proposte nuove.