Giovanni Sofia

Classe '91, professionista. Nato a Messina, laureato in giurisprudenza con una tesi in diritto pubblico comparato sul regionalismo britannico e la devolution in Scozia. Ha studiato alla Scuola di giornalismo della Luiss. Per diverso tempo a Il Messaggero, redazione cronaca di Roma. Appassionato di sport, scriveva di calcio su Gianlucadimarzio.com. Il ciclismo resta il sogno nel cassetto.
Cosa ha detto il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese sugli scontri di Roma durante il question time alla Camera
Laborghese
La ministra dell'Interno è tornata sugli scontri di Roma, spiegando di «non aver agito subito per evitare rischi e disordini peggiori». Giorgia Meloni ribatte: «È strategia della tensione».
La storia del movimento Io Apro, nato per sostenere le esigenze dei ristoratori e sabato in piazza durante le proteste no Green Pass.
Il Passaro solitario
Nato a gennaio per sostenere le ragioni dei ristoratori contro le chiusure, nel tempo ha abbracciato posizioni sempre più estreme. Fino all'arresto di uno dei suoi leader. La storia di #IoApro, movimento pronto a sbarcare in politica e tra i protagonisti degli scontri di sabato 9 ottobre a Roma.
Un attore, il figlio di un dittatore e un ex pugile: chi sono i candidati che si affronteranno per la presidenza delle Filippine
Manila Race
Un pugile, il figlio di un dittatore e un ex attore di pellicole erotiche. E ancora, l'avvocatessa Leni Robredo e l'incognita di una candidatura last minute per la figlia di Duterte. È partita la strana corsa alla presidenza delle Filippine.
Quali sono le canzoni dei grandi artisti diventate nel tempo cori da stadio utilizzati per celebrare le vittorie
Do re mi fa gol
Non solo inni, ma hit di grandi artisti diventate simbolo d'appartenenza per i tifosi. Dagli Oasis a Rino Gaetano, fino a Lucio Battisti e Antonello Venditti. I successi che risuonano sulle gradinate.
Caos nella maggioranza sulla riapertura delle discoteche: per Salvini e il centrodestra sconveniente la soglia del 35 per cento
Disco rosso
La riapertura dei locali notturni al 35 per cento ha scatenato il braccio di ferro nel governo. Per Salvini e il centrodestra la scelta è «senza senso economico e sanitario». Dello stesso avviso Briatore: «Attività criminalizzata. Temo che ci saranno dei casini».
Rachele Mussolini è stata la più votata nella lista di Fratelli d'Italia, prima di lei era toccato ad Alessandra e a Caio Giulio Cesare
La duce vita
Rachele, campionessa di preferenze con Fratelli d'Italia a Roma, è solo l'ultima della dinastia. Prima di lei la star di casa era Alessandra, ora «ragazza di sinistra». E alle Europee ci aveva provato pure Caio Giulio Cesare. I Mussolini in politica.
Chi è Frances Haugen, la donna che ha diffuso i report interni di Facebook da cui è nata l'inchiesta del Wall Street Journal
Non è un post per me
Dietro le rivelazioni dei dossier interni di Facebook al Wall Street Journal e alle autorità americane c'è Frances Haugen. Chi è la 37 enne, ex product manager della big tech, ribellatasi a un social «che non combatte adeguatamente la disinformazione».
Il corto sepolto
In Afghanistan pittori, registi, librai e musicisti con l'avvento del nuovo regime hanno nascosto, distrutto o sotterrato le loro opere. Un modo per sottrarle alla furia iconoclasta dei talebani.
Ex impiegato della Banca d'Italia, fondatore del Gruppo Storico Romano, Sergio Iacomoni detto Nerone è ora candidato a sindaco di Roma
Nerone di rabbia
Tra i candidati a sindaco della Capitale c'è anche Sergio Iacomoni. Fondatore del Gruppo storico romano, si presenta in tv con gli abiti dell'imperatore e recita slogan ereditati dall'Urbe. È sceso in politica perché «stanco di vedere la città avvolta nel degrado».
La storia delle giudici donne che dopo il ritorno dei talebani sono adesso costrette a scappare per evitare vendette
Ci sarà una giudice a Kabul
Per vent'anni hanno condannato centinaia di uomini autori di stupri, omicidi e violenze. Con il ritorno dei talebani e la liberazione dei criminali, hanno dovuto lasciare i tribunali e sono costrette a scappare per sfuggire alla loro vendetta.
La leggenda dell'Nba non ha usato giri di parole per commentare la scelta di alcuni giocatori che non vogliono vaccinarsi
Il Burioni dell’Nba
Kareem Abdul Jabbar, ex star del campionato di basket americano, si è scagliato contro gli atleti No-vax: «Chi non capisce e mette a rischio la salute di compagni, tifosi e staff non dovrebbe giocare».
Una mail inviata per errore agli interpreti che lavorano per il Regno Unito in Afghanistan potrebbe costare loro la vita.
Kabul, di mail in peggio
In un messaggio inviato dal governo britannico agli intrepreti rimasti in Afghanistan sono stati incollati per errore gli indirizzi di posta elettronica di oltre 250 persone. Che ora rischiano di essere intercettate dai talebani.