Giovanni Corneliani

perché la guerra conte grillo preoccupa il governo
Ménace à trois
Al di là dell'esito, la guerra Conte-Grillo preoccupa il governo. Se l'avvocato strappasse creando un nuovo partito, pungolerebbe Draghi sui temi cari al Movimento. Mentre un M5s senza leader difficilmente resterebbe quieto in maggioranza.
Le partite perdenti del M5s nel giro di Nomine
Il Movimento cade dalla Poltrona
Sebbene sia al governo, il M5s sta perdendo malamente le partite cruciali delle nomine. In Cdp al posto di Palermo è dato in arrivo il draghiano Scannapieco. In Ferrovie Battisti, voluto dall' ex ministro Toninelli, è stato sostituito da Ferraris. Mentre in Rai è scontato l'addio di Salini.