Web

Tendenze, personaggi, curiosità e polemiche che nascono nel web.

Come hanno reagito gli influencer russi al blocco di Instagram
Fine delle stories?
Dal 14 marzo in Russia non si può più accedere a Instagram. Per molti influencer, diventati famosi grazie al social, le conseguenze saranno pesanti anche in termini economici. Per questo stanno provando soluzioni alternative per aggirare il blocco.
Meta consente messaggi di odio contro la Russia. Mosca protesta
L'odio va in Meta
La società non censura più in alcuni Paesi l'hate speech su Facebook e Instagram contro Putin e i militari russi impegnati nell'invasione ucraina. Mosca protesta.
Dalla base Nato a Odessa ai sabotatori polacchi: le dieci fake news sulla guerra in Ucraina più diffuse dalla Russia
Fake up
Dai sabotatori polacchi che avrebbero assaltato un impianto di cloro alle basi Nato costruite ad Odessa. Fino all'assenza di bombardamenti su strutture civili. Le dieci notizie false più diffuse dai media russi.
bufera per il tweet di Borrell sulle sanzioni alla russia
Altolà allo shopping
«Niente spese a Milano, feste a Saint Tropez, diamanti ad Anversa». Bufera per il tweet che l'Alto rappresentante Borrell ha pubblicato (e poi cancellato) a commento delle sanzioni Ue alla Russia. Ma non è l'unico scivolone delle istituzioni sui social.
Trump ha lanciato il social network Truth: dal sistema operativo necessario alle funzionalità, fino alle prime controversie, cosa sappiamo.
La Verità ti fa male
Dal 21 febbraio è disponibile Truth, la nuova piattaforma social di Donald Trump. L'obiettivo è diventare il punto di riferimento dell'alt-right in vista di una eventuale ricandidatura alla Casa Bianca. Ma è già polemica per alcuni contenuti in favore di Pinochet. Le cose da sapere.
Il problema di Roblox con i contenuti espliciti e il rischio di abusi sessuali
Gamer a luci rosse
Piattaforma in cui i gli utenti sviluppano i propri giochi, Roblox contiene diverse zone d'ombra. Qui si discute di contenuti espliciti, gli avatar hanno rapporti sessuali e si diffondono prodotti vietati ai minori, che rappresentano il pubblico più numeroso.