Antonio Bassolino, chi è l’ex sindaco di Napoli vittima di un tentato furto in autobus

Claudio Vittozzi
27/07/2022

Disavventura per Antonio Bassolino, vittima di un tentato furto in autobus,: l'ex sindaco di Napoli si è saputo difendere.

Antonio Bassolino, chi è l’ex sindaco di Napoli vittima di un tentato furto in autobus

Antonio Bassolino è riuscito a difendersi da un ladro che ha tentato di sottrargli il suo telefono mentre era a bordo di un autobus. L’ex primo cittadino partenopeo ha fermato il malvivente e si è riappropriato del suo oggetto personale.

Antonio Bassolino: tentato furto in autobus

Antonio Bassolino, ex sindaco di Napoli di 75 anni, si trovava sull’autobus 140 per arrivare alla sua destinazione. In un attimo, sperando che lui non si accorgesse, un ladro gli ha sfilato il cellulare dalla giacca. Il furto era compiuto, ma un passeggero coraggioso ha aiutato Bassolino con dei gesti facendogli comprendere del crimine appena avvenuto. L’ex sindaco ha dunque affrontato il ladro ed è riuscito a catturarlo prima che quest’ultimo potesse scappare.

Ha poi raccontato egli stesso la vicenda con un tweet sul suo account personale aggiungendo che le linee 140 e 151 dell’ANM di Napoli sono tra le più colpite dai ladri. Non ha quindi mancato di lanciare un appello all’attuale sindaco di Napoli Manfredi chiedendo di aumentare i controlli sui trasporti pubblici.

Antonio Bassolino: chi è l’ex sindaco di Napoli

Politico italiano nato il 20 marzo 1947, Bassolino è attualmente il presidente della Fondazione SUDD. È stato sindaco di Napoli per due mandati, vale a dire dal 1993 fino all’anno 2000. Nell’annata 1998/1999 ha ricoperto l’importante ruolo di Ministro del Lavoro. Inoltre, ha portato la sua esperienza amministrativa anche in Regione Campania dall’anno 2000 all’anno 2010. É stato inoltre esponente politico di partiti come PCI, PDS e DS, di cui ha ricoperto la carica di dirigente, nonché uno dei fondatori del Partito Democratico (forza politica che ha abbandonato nel 2017).

Oltre che all’attività nella vita pubblica, Bassolino si è dedicato anche alla scrittura: oggetto delle sue fatiche sono, in particolare, il capoluogo partenopeo e la Campania in Generale. Tra i suoi testi figurano Napoli, Italia e Le Dolomiti di Napoli. Racconti di politica e di vita.