Antartide, scioglimento dei ghiacci vicino al punto critico: lo studio

Annarita Faggioni
15/09/2022

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Nature Geoscience.

Antartide, scioglimento dei ghiacci vicino al punto critico: lo studio

In Antartide lo scioglimento dei ghiacci è vicinissimo al punto di non ritorno, quando i mari si alzeranno fino a 50 metri. A dirlo è uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Nature Geoscience. La ricerca è stata guidata dall’Università Victoria di Wellington della Nuova Zelanda e dall’Università di Birmingham. La causa principale è l’aumento delle temperature. Per poter arrivare a questa conclusione, gli scienziati hanno studiato a lungo i microfossili ottenuti attraverso perforazioni del ghiaccio.

Scioglimento ghiacci da cosa dipende

In particolare, lo studio sullo scioglimento dei ghiacci si basa su molecole prodotte da organismi monocellulari. La membrana esterna di questi animali offre dei segnali su come cambia la temperatura all’interno dei ghiacci. Il risultato è che si può scoprire qual era la temperatura quando l’organismo unicellulare è morto. La metodologia si usa soprattutto nella paleoclimatologia, cioè nella scienza che studia le differenze del clima nel corso delle ere preistoriche.

In Antartide lo scioglimento dei ghiacci è vicino a un punto di non ritorno secondo un recente studio. Cosa è emerso dai dati.
Antartide

«Il registro che abbiamo prodotto offre una panoramica molto più completa delle fluttuazioni delle temperature antartiche, e di come queste siano correlate ai cambiamenti nella quantità di ghiaccio e alla topografia dell’Antartide. Questo permette di aprire la strada anche a previsioni più accurate per gli eventi che potrebbero verificarsi in futuro. Possiamo vedere che il ghiaccio in Antartide sta attualmente cambiando, come dimostrano le crepe e gli scioglimenti comparsi di recente nel ghiacciaio Thwaites, uno dei più grandi del continente» spiega James Bendle dell’Università di Birmingham, co-autore dello studio.

Lo studio

La ricerca mette anche in evidenza come gli alti livelli di anidride carbonica non porteranno nulla di buono nei prossimi decenni e non soltanto in Antartide. Infatti, il ghiaccio che si stacca non svanisce nel nulla, ma si trasforma in acqua, che va ad aumentare il livello di mari e oceani.

In Antartide lo scioglimento dei ghiacci è vicino a un punto di non ritorno secondo un recente studio. Cosa è emerso dai dati.
Antartide

Questo fenomeno può portare a lungo termine alla perdita di isole e a erosioni delle coste da parte del mare. A rischio ci sono anche i territori con molto territorio costiero, come l’Italia.