Alec Baldwin, da Brandon Lee nel Corvo a Art Scholl in Top Gun: le morti sul set

Redazione
22/10/2021

L'incidente mortale durante le riprese di Rust è solo l'ultimo di una lunga serie. Dal Corvo a Top Gun fino a Ai confini della realtà e ai film muti.

Alec Baldwin, da Brandon Lee nel Corvo a Art Scholl in Top Gun: le morti sul set

Alec Baldwin, durante le riprese del western Rust in New Mexico, ha ucciso la direttrice della fotografia del film Halyna Hutchins e ferito gravemente il regista Joel Souza, sparando accidentalmente con una pistola di scena. «È stato un incidente», ha dichiarato l’attore alla polizia. Hutchins e Souza «sono stati colpiti quando Baldwin ha scaricato una pistola usata nelle riprese del film», ha detto lo sceriffo di Santa Fe.

Alec Baldwin uccide accidentalmente una donna sul set: i precedenti

Morti sul set: Brandon Lee ne Il Corvo

Non si tratta dell’unico incidente mortale su un set. Il precedente più noto è sicuramente quello di Brandon Lee. Il figlio di Bruce venne ucciso accidentalmente da un colpo di pistola sul set de il Corvo nel 1993. A sparare Michael Massee. Secondo i produttori alcuni membri della troupe avevano lasciato un proiettile vero nella pistola insieme a quelli a salve utilizzati nelle riprese.

Morti sul set: Steve Irwin colpito da una razza nel 2006

Steve Irwin, il Crocodile Hunter della tivù australiana, morì durante le riprese di un documentario sulla barriera corallina di Batt Reef. Il 4 settembre 2006 fu punto in pieno petto dall’aculeo velenoso di una razza spinosa. La morte venne interamente ripresa dal cameraman. Inutile ogni tentativo di rianimazione.

Morti sul set: l’incidente con l’elicottero di Ai confini della realtà

Il 23 luglio 1982, sul set di Twilight Zone (Ai confini della realtà) presso la località di Indian Dunes Park nei pressi di Santa Clarita, in California, un elicottero Bell UH-1 Iroquois si schiantò al suolo uccidendo sul colpo l’attore Vic Morrow e le due piccole comparse Myca Dinh Le e Renee Shin-Yi Chen, mentre si girava una scena diretta da John Landis.

Morti sul set: l’incendio di The Sword of Tipu Sultan

Sul set della serie televisiva indiana The Sword of Tipu Sultan morirono nel 1989 ben 62 persone nell’incendio dello cinematografico dove si svolgevano le riprese.

Morti sul set: Jon-Erik Hexum in Cover Up

Jon-Erik Hexum si tolse la vita accidentalmente il 12 ottobre 1984 giocando con la Magnum 44 che avrebbe dovuto utilizzare in una scena della serie Cover Up. Lo sparo a salve anche se privo di pallottola creò una pressione tale sul cranio che alcuni frammenti ossei si conficcarono nel cervello. Morì dopo sei giorni.

Morti sul set: la tragedia durante le riprese di Top Gun

Nel 1985 anche Top Gun che lanciò Tom Cruise tra le stelle di Hollywood fu macchiato da un incidente mortale. L’istruttore di volo Art Scholl precipitò con l’aereo da 900 metri di altezza nell’Oceano Pacifico. Non furono mai ritrovati né il suo corpo né il velivolo.

Morti sul set: Martha Mansfied e il costume in fiamme

Martha Mansfield morì sul set del film The Warrens of Virginia del 1924. L’attrice era seduta dentro un’automobile quando il suo costume prese fuoco. Il co-protagonista Wilfred Lytell spense le fiamme gettandole addosso un cappotto ma l’attrice, portata subito in ospedale, non riuscì a salvarsi a causa della gravità delle ustioni subite. Anche durante le riprese del Mago di Oz del 1939 con Judy Garland nei panni di Dorothy si verificarono alcuni incidenti.  Buddy Ebsen, che doveva interpretare l’Uomo di Latta, non sapeva di essere allergico all’alluminio, metallo presente nel suo costume, così ebbe una grave reazione allergica. Margaret Hamilton, la strega dell’Est, rischiò invece di rimanere sfigurata. Il trucco verde usato sul volto aveva una forte componente di rame e nella scena in cui scompariva tra le fiamme, grani incandescenti le finirono addosso provocandole ustioni di secondo grado.

Morti sul set: la tragedia di Grace McHugh nel 1914

Una delle prime morti sul set risale addirittura al 1914 quando durante le riprese del film muto Across the border, in Colorado, la barca sulla quale si trovava l’attrice Grace McHugh si capovolse. Il cameraman si gettò per salvarla ma entrambi annegarono, risucchiati dalle sabbie mobili.

Morti sul set: gli incidenti degli stuntman

I set si sono rivelati fatali anche per gli stuntman. È il caso di Harry O’Connor, la controfigura di Vin Diesel sul set di XXX del 2002. Durante le riprese del film si lanciò da un’auto in volo con il paracadute ma finì contro un ponte, restando ucciso. La stuntwoman Joi Harris rimase uccisa nel 2017 sul set di Deadpool 2 in un incidente con una moto. Sempre nello stesso anno, durante le riprese dell’ottava stagione della serie The Walking Dead, lo stuntman John Bernecker si lanciò da un balcone mancando però il bersaglio imbottito. Nel 2014 l’assistente operatrice Sarah Jones fu investita da un treno mentre girava una sequenza sulle rotaie di Midnight Rider. Sul set de Il Cavaliere Oscuro (2008),lo stuntman Conway Wickliffe morì in un incidente stradale durante le riprese.