Aggredita Kheira Hamraoui: fermata una compagna del PSG

Redazione
10/11/2021

Uomini a volto coperto hanno ripetutamente colpito la calciatrice 31enne dopo averla trascinata fuori dall'auto

Aggredita Kheira Hamraoui: fermata una compagna del PSG

La centrocampista del Paris Saint-Germain e della nazionale francese, Kheira Hamraoui, è stata aggredita da alcuni uomini con numerose sprangate alle gambe. I fatti risalgono a giovedì scorso, quando la 31enne calciatrice della formazione parigina, al momento del rientro a casa insieme ad altre compagne, è stata fermata da un gruppo di uomini a volto coperto. Gli aggressori, dopo averla trascinata fuori dall’auto, l’hanno più volte colpita con delle spranghe. A dare la notizia è stato il quotidiana francese L’Équipe, che ha parlato di diversi punti di sutura agli arti inferiori e alle mani.

Aggressione Hamraoui: fermata la compagna Aminata Diallo

La vicenda, però, assume contorni ancora più gravi perché le forze dell’ordine hanno posto in custodia proprio una delle compagne presenti, Aminata Diallo. Secondo il giornale sportivo, quest’ultima sarebbe stata interrogata dalla polizia per un presunto ruolo da mandante. Una sorta di spedizione contro la collega, dovuta a una rivalità tra le due presente tanto nel club quanto in nazionale. Un fatto grave, confermato dallo stesso Paris Saint-Germain, che in un comunicato ha scritto: «Il Paris Saint-Germain prende atto del fermo di polizia di questa mattina di Aminata Diallo da parte del Servizio Regionale di Polizia Giudiziaria di Versailles nell’ambito dell’inchiesta aperta a seguito di un’aggressione avvenuta nella serata di giovedì scorso ai danni di giocatrici del club». Proprio Diallo ha sostituito Hamraoui nel 4-0 di martedì scorso in Champions League contro il Real Madrid, vista l’indisponibilità della 31enne.

L’analogia con il caso Kerrigan

Se confermata, si tratterebbe di una storia grave. Una rivalità non sana, che nulla ha che vedere con lo sport e che ricorda il caso Kerrigan. Nel 1994 gli Stati Uniti furono sconvolti dall’aggressione subita dalla pattinatrice Nancy Kerrigan, aggredita da un uomo a Detroit che tentò di romperle le gambe dopo un allenamento in vista delle Olimpiadi. La vicenda coinvolse la rivale Tonya Harding, atleta controversa, poi radiata dalla Federazione. Anche ad Hollywood hanno voluto accendere i riflettori sulla storia. Qualche anno fa, Margot Robbie interpretò Tonya nel film omonimo, uscito nel 2017 e basato sulla vita della pattinatrice.