A raccontare comincia tu, giovedì 12 agosto 2021 alle 21.20 su Rai Tre: Leonardo Bonucci si racconta a Raffaella Carrà. Cosa dice

Camilla Curcio
12/08/2021

Ritorna l'appuntamento settimanale con le repliche di A raccontare comincia tu, ultima fatica televisiva di Raffaella Carrà. Nella puntata in onda stasera su Rai Tre alle 21.20, la conduttrice chiacchiera col calciatore Leonardo Bonucci. Ecco cosa dirà

A raccontare comincia tu, giovedì 12 agosto 2021 alle 21.20 su Rai Tre: Leonardo Bonucci si racconta a Raffaella Carrà. Cosa dice

Dopo la chiacchierata con Sophia Loren, un affascinante viaggio tra i ricordi di una delle attrici più amate della storia del cinema italiano e internazionale, Raffaella Carrà intervista Leonardo Bonucci, calciatore della Juventus e difensore di quella Nazionale Italiana che, quest’anno, ha trionfato agli Europei. Nella replica della sesta puntata di A raccontare comincia tu, in onda stasera, giovedì 12 agosto 2021 alle 21.20 su Rai Tre, la conduttrice e lo sportivo ripercorreranno le tappe che lo hanno portato a trasformare la sua più grande passione in una carriera da professionista ad alti livelli. Nel corso dell’intervista, poi, Bonucci avrà modo di scoprire anche il suo lato più intimo e meno conosciuto, raccontando le sfide e gli ostacoli che si è trovato a superare nel suo privato, da marito e padre di tre bambini.

A raccontare comincia tu: Stasera 12 agosto 2021 Rai Tre ripropone la sesta puntata del talk show condotto da Raffaella Carrà

A raccontare comincia tu: Leonardo Bonucci, calciatore, marito e papà

Il caschetto biondo più amato d’Italia scende in campo per conoscere meglio Leonardo Bonucci. Tra lo stadio della Juventus e il salotto della casa del giocatore a Torino, i due, accomunati dalla fede bianconera si scambieranno consigli su allenamenti e passi di danza prima di addentrarsi in una conversazione emozionante e profonda, nel corso della quale Bonucci svelerà una parte di sé a cui i tifosi, forse, sono poco abituati. Dall’amore con Martina Maccari alle difficoltà attraversate dopo la scoperta della malattia del secondogenito Matteo (oggi fortunatamente guarito), il campione originario di Viterbo passerà in rassegna i riferimenti che lo hanno aiutato a metabolizzare e superare i momenti di crisi che ha incontrato nella quotidianità e, soprattutto, nel corso di un percorso professionale lungo, faticoso e intenso come il suo, iniziato da ragazzo nella Viterbese e arrivato alla Juventus. Universalmente riconosciuto come uno dei migliori difensori del calcio moderno, con all’attivo otto campionati consecutivi vinti, si è trovato spesso a fare i conti con offese da parte degli hater del web e pesanti accuse di razzismo, un tasto dolente di cui discuterà senza filtri con Carrà. Oltre alla moglie, che lo affiancherà per una parte della puntata, spazio anche al resto della famiglia con un contributo della mamma Dorita, del padre Claudio e del fratello Riccardo che, attraverso foto e aneddoti, ne ricorderanno l’infanzia, i primi calci al pallone, i sogni, le ambizioni e i sacrifici che lo hanno portato a diventare un numero uno. Non mancherà ovviamente il momento amarcord dedicato ai brillanti risultati ottenuti con la Juve, la squadra a cui è ritornato dopo una breve parentesi al Milan, e da cui vorrebbe partire, una volta appesi gli scarpini al chiodo, come allenatore.