Guten Tag

Redazione
25/10/2021

Il 25 ottobre 1973 moriva Abebe Bikila, il maratoneta scalzo. Tag43 vi dà il buongiorno con la straordinaria vittoria alle Olimpiadi di Roma 1960.

Guten Tag

Il 25 ottobre 1973 moriva ad Addis Abeba Abebe Bikila, maratoneta etiope e campione olimpico ai Giochi di Roma 1960 e Tokyo 1964. Bikila è rimasto nella storia non solo perché fu il primo atleta africano a vincere una medaglia alle Olimpiadi e per i record stabiliti (2h15’16” a Roma e 2h12’11” a Tokyo), ma perché a Roma il 10 settembre 1960 corse scalzo conquistando un oro inatteso: Bikila era praticamente uno sconosciuto e fu convocato in Nazionale solo qualche giorno prima dell’inizio delle Olimpiadi per sostituire l’infortunato Wami Biratu.

Bikila, dalla scorta di Selassié alle Olimpiadi

Bikila, nato nel 1932 in una famiglia di pastori dell’Etiopia centrale, a soli 20 anni si era trasferito ad Addis Abeba per arruolarsi nella Guardia Imperiale diventando poi agente della scorta di Hailé Selassié. Cominciò ad allenarsi a metà degli Anni 50 quando venne notato da Onni Niskaen, un allenatore svedese incaricato della preparazione atletica dei militari del negus. A Roma Bikila decise di gareggiare senza scarpe perché quelle che gli aveva fornito lo sponsor, l’Adidas, a suo dire erano scomode e gli facevano male. Nonostante questo, riuscì a stabilire il record mondiale. Al suo ritorno in patria fu accolto come un eroe. Promosso caporale, gli vennero regalati una casa e un maggiolino Volkswagen. Nel 1968 rimase paralizzato a causa di un incidente ma non si diede per vinto e cominciò a cimentarsi nel tiro con l’arco. Morì nel 1973 a causa di un’emorragia cerebrale: al suo funerale parteciparono oltre 75 mila persone e anche la famiglia imperiale. A lui è stato intitolato lo stadio nazionale di Addis Abeba.

L’omaggio di Siraj Gena alla Maratona di Roma del 2020

Il legame di Bikila con Roma è rimasto molto forte. Il Comune il 10 settembre 2010 ha dedicato all’atleta una targa lungo il percorso olimpico di fronte all’ingresso del Palatino. Mentre l’8 novembre 2019 la Commissione Toponomastica aveva approvato l’intitolazione ad Abebe Bikila di una strada del quartiere Cecchignola, nel IX Municipio. A marzo 2010, la 16esima edizione della Maratona di Roma dedicata proprio ai 50 anni dal record di Bikila fu vinta dall’etiope Siraj Gena che, per rendere omaggio al campione, si tolse le scarpe per correre le ultime centinaia di metri prima del traguardo scalzo. Anche il cinema ha reso omaggio al grande campione. Nel film Il maratoneta (The Marathon Man), di John Schlesinger, Dustin Hoffman osserva il video di Bikila che corre e taglia il traguardo dello stadio olimpico mentre sue foto sono appese alla parete. Tag43 vi dà il buongiorno con le immagini della storica vittoria dei Giochi di Roma del 1960.